Giustizia, Rossomando: Certa che Orlando dara’ piu’ risorse a Procure

(ilVelino/AGV NEWS) Roma, 08 GIU – “Mi faro’ promotrice, e sono certa che il ministro Orlando accogliera’ la richiesta, affinche’ nella destinazione delle risorse umane aggiuntive individuate recentemente dal ministero della Giustizia sia data particolare attenzione all’organico delle Procure, e piu’ specificamente a Torino”. Lo afferma la deputata del Pd Anna Rossomando riferendosi alla lettera del procuratore di Torino Armando Spataro al Csm. “Il tema posto dal Procuratore Spataro sulla carenza di organico negli uffici giudiziari – aggiunge Rossomando - e’ all’attenzione di questo Parlamento e del governo. In questa legislatura il Parlamento, con il Ministro Orlando ha approvato riforme strutturali – una per tutte – l’archiviazione per tenuita’ del fatto, delle quali si cominciano a vedere risultati concretamente apprezzabili. La questione delle risorse e’ seria e per troppo tempo in passato e’ stata accantonata o sottovalutata. Negli ultimi due anni, invece, e su iniziativa del Pd, per la prima volta, pur nella scarsita’ di risorse economiche (ma nell’ultima legge di Stabilita’ c’e’ lo stanziamento record di un miliardo e mezzo aggiuntivo nel triennio per la giustizia), sono state trovate soluzioni per aumentare personale nel comparto giustizia. Gia’ ad oggi sono state trasferite 700 persone dalle province alle cancellerie e nelle prossime settimane, quando il ministro della Funzione Pubblica dara’ il via libera, si potranno trasferire altre 1500 persone attraverso il portale della Pubblica Amministrazione”. Infine, “nelle piu’ recenti dichiarazioni pubbliche il Ministro Orlando ha precisato che si potranno individuare ancora risorse per altre 1500 persone attraverso procedure di mobilita’ e concorsi che immettano energie fresche all’interno del sistema. E’ soprattutto da queste ultime, credo, che potranno venire i rinforzi per le Procure”. (com/fan) 175308 GIU 16 NNNN

MERCOLEDÌ 08 GIUGNO 2016 17.54.00

Stepchild: Rossomando(Pd),sentenza dimostra questione aperta

(ANSA) – ROMA, 27 MAG – “Come dimostra la sentenza di oggi, la questione e’ apertissima e non si puo’ eludere. Per questo serve una discussione seria e approfondita in Parlamento, perche’ e’ nostro dovere giungere a stabilire delle regole”. Lo afferma Anna Rossomando, deputata del Pd, dopo il via libera da parte della Corte d’appello di Torino alla stepchild adoption (ANSA). PAE 27-MAG-16 20:03 NNNN

VENERDÌ 27 MAGGIO 2016 20.04.31

Omninapoli-COMUNALI, VALENTE: INCENTIVARE IL RIUSO DEI MATERIALI

(OMNINAPOLI) Napoli, 27 MAG – “Quello del riuso dei materiali è un settore sempre più importante per la nostra economia ed è una delle chiavi per promuovere uno sviluppo sostenibile, incentrato sulla riduzione dei rifiuti, sul riutilizzo di beni e materiali, sulla sostenibilità ambientale e sociale”, afferma la candidata a sindaco di Napoli Valeria Valente che oggi, insieme alla deputata del Pd Anna Rossomando prima firmataria di una proposta di legge in Parlamento sul tema, ha incontrato presso la sede del comitato elettorale i rappresentanti della Rete Franchising. “Per questo se sarò eletta Sindaco di Napoli – ha proseguito – promuoverò un protocollo analogo a quello già adottato in via sperimentale dal Comune di Torino, che prevede un sostegno reale al settore attraverso un sistema scientifico certificato grazie a cui quantificare l’impatto benefico ambientale dato dal riutilizzo di oggetti usati. In questo modo, potranno essere concessi ai cittadini risparmi sulla Tari”, conclude Valente. red 271527 MAG 16 NNNN

VENERDÌ 27 MAGGIO 2016 15.29.00

Omniroma-COMUNALI, ROSSOMANDO (PD): SE QUESTO È LO STAFF MEGLIO CHE RAGGI SBAGLI DA SOLA

(OMNIROMA) Roma, 24 MAG – “La deputata Lombardi o è in malafede o non sa di cosa sta parlando. Quale sarebbe quella che l’esponente dello staff pentastellato di Virginia Raggi definisce una mancetta elettorale del governo? Di certo non starà parlando dello Sblocca Roma, presentato oggi, cioè un piano per sbloccare un miliardo di euro di investimenti privati nei primi 100 giorni della nuova amministrazione”. Lo dichiara, in una nota, Anna ROSSOMANDO, deputata e subcommissaria del Pd al IV municipio di Roma. “Come aveva già fatto nei giorni scorsi Virginia Raggi, anche Lombardi scambia gli investimenti privati con quelli del governo, forse perché non comprende quello che rappresenta un esempio dell’impegno per una buona amministrazione e a cui chiunque si candidi alla guida di Roma dovrebbe tendere. Se questo è il modo in cui lo staff starà accanto a Virginia Raggi – conclude ROSSOMANDO - allora le consiglio: meglio sbagliare sola che male accompagnata”. red 241811 MAG 16 NNNN

MARTEDÌ 24 MAGGIO 2016 18.12.47

Adozioni: Rossomando (Pd), svolta a livello internazionale

(ANSA) – ROMA, 23 MAG – “Dopo la felice scelta di assegnare la delega a Maria Elena Boschi, ora attendiamo il rilancio della Commissione adozione internazionali (CAI) e il via libera alla riforma delle adozioni internazionali. Oggi il ministro Lorenzin e il vice ministro Amendola hanno sottolineano la gravita’ dello stallo per ben due anni dei lavori della CAI. Si vada dunque avanti con la riforma: il Pd ha presentato una proposta articolata e molto chiara – prevede il superamento del modello attuale – e molto sostenuta dalle associazioni. Dunque siamo alla vigilia di una vera e propria svolta in questo campo”. Cosi’ Anna Rossomando, deputata del Pd e prima firmataria, insieme a Sandra Zampa e Lia Quartapelle, della pdl di riforma sulle adozioni internazionali. (ANSA). TG-COM 23-MAG-16 18:22 NNNN

LUNEDÌ 23 MAGGIO 2016 18.23.47

Riforma adozioni, rispunta la stepchild. Rossomando (PD): “Per le adozioni internazionali abbiamo presentato una proposta che prevede il superamento del sistema attuale e l’introduzione di un’agenzia pubblica che affianchi gli enti privati” (Avvenire, 19.5.16)

19.5.16 Avvenire_Riforma adozioni, rispunta la stepchild_Pagina_1

Leggi il comunicato del 18.5.16

Pd: nostra pdl vuole superare modello attuale per adozioni estero

Pd: nostra pdl vuole superare modello attuale per adozioni estero

Pd: nostra pdl vuole superare modello attuale per adozioni estero “Come riconosce Costa, dovrà occuparsi anche di stepchild adoption” Roma, 18 mag. (askanews) – “La nostra proposta di riforma dell’istituto delle adozioni internazionali è molto chiara e prevede il totale superamento del sistema attuale. L’impianto centrale del sistema che vogliamo introdurre è l’agenzia pubblica per le adozioni internazionali che fornisca assistenza giuridica, sociale e psicologica prima e dopo l’adozione alle coppie che vogliano adottare un bambino proveniente dall’estero. L’agenzia non intende sostituirsi, ma affiancare gli enti privati che operano in questo settore. La proposta risponde alle criticità emerse, soprattutto costi e assistenza post-adozione. C’è un calo dei numeri delle adozioni internazionali, dovuto a tanti fattori, è evidente che c’è bisogno di supporto maggiore”. Lo dice Anna Rossomando, deputata del Pd e prima firmataria, insieme a Sandra Zampa e Lia Quartapelle, della pdl sulle adozioni internazionali all’esame della commissione Giustizia della Camera. Rossomando aggiunge che “il dibattito complessivo delle adozioni è di estrema importanza, coinvolge sentimenti e storie di vita di tante persone e di tanti bambini, e perciò merita un confronto serio e approfondito da parte del legislatore che naturalmente dovrà occuparsi, come ha riconosciuto oggi il ministro Costa, anche del tema delle stepchild adoption”. Rea 20160518T175732Z

MERCOLEDÌ 18 MAGGIO 2016 17.57.51

ADOZIONI. ROSSOMANDO: QUANDO MAI STRALCIO DA’ LINEA AI GIUDICI?

(DIRE) Roma, 16 mag. – “Quando mai uno stralcio da’ la linea interpretativa ai giudici?”. Lo chiede la deputata del Pd Anna Rossomando, in relazione alle polemiche sulle unioni i civili. “Non spetta al legislatore, e tantomeno al governo – osserva – indicare ai giudici come devono decidere con le sentenze. Tra l’altro, allorche’ si presenta un caso concreto il giudice non puo’ astenersi o rinviare la decisione, deve provvedere. E lo fa in base alla normativa vigente e ai principi costituzionali, con  decisioni su cui l’ultima parola spetta al giudice di legittimita’”. Quindi “evitiamo, magari qualcuno galvanizzato dalla campagna elettorale, di attribuire al dibattito pubblico e parlamentare un ‘valore interpretativo’ cogente che non esiste”. “Sara’ compito del Parlamento – conclude Rossomando - colmare eventuali vuoti normativi dopo i dovuti approfondimenti e con decisioni il piu’ possibile condivise”. (Com/Rai/ Dire) 19:06 16-05-16 NNNN

LUNEDÌ 16 MAGGIO 2016 19.08.09