Archivio della categoria: Senza categoria

Pd: Area Orlando, bene Renzi su prospettiva politica

(ANSA) – ROMA, 29 OTT – “La conferenza programmatica e’ stata l’occasione per un confronto importante e positivo che abbiamo richiesto perche’ consapevoli che soltanto ripartendo dalle idee e dal programma sara’ possibile sconfiggere le destre e i populismi, dando al Paese una prospettiva riformista e di sinistra. Dobbiamo riconoscere quello che di positivo e’ stato realizzato in questi anni di Governo, in cui il Pd ha avuto il merito di aver condotto il Paese fuori dalla crisi, ma dobbiamo anche impegnarci rispetto alle sfide ancora aperte, in particolare la questione sociale. Lo affermano i parlamentari Pd dell’area Orlando. “La nostra posizione e’ stata confermata dalle parole del segretario Matteo Renzi, che ha tracciato con chiarezza la prospettiva politica non solo presente ma futura. Come abbiamo sostenuto fin dal Congresso, e’ urgente una coalizione di centrosinistra ampia che sia in grado di vincere le elezioni e governare, superando l’ipotesi di alleanze con forze estranee alla nostra storia e lontane dalle nostre idee. E’ questo l’unico modo anche per recuperare il nostro popolo deluso. Lo abbiamo sempre sostenuto insieme ad Andrea Orlando e lo sosteniamo ancora piu’ convintamente adesso: senza il Pd non c’e’ centrosinistra e senza centrosinistra si aprono le porte, pericolosamente, alla destra a trazione leghista e al populismo a cinque stelle”. I parlamentari dell’area Orlando che hanno firmato il comunicato sono: Cirinna’, Fabbri, Borioli, Tomaselli, Sangalli, Vaccari, Cardinali, Capacchione, Silvestro, Amati, Albano, D’Adda, Ferrara, Angioni, Sgambato, Messa, Miotto, Bordo, Fiorio, Mazzoli, Rossomando, Sanna, Miccoli, Ventricelli, Maestri, Amato, Albanella, Incerti, Di Lello, Marchi, Giacobbe, Greco. (ANSA). TG-COM 29-OTT-17 20:40 NNNN

DOMENICA 29 OTTOBRE 2017 20.41.06

Video “Le donne contro Daesh – Il contrasto al radicalismo e al fondamentalismo” (a Montecitorio)

Intervento on. Anna Rossomando

Video completo

http://webtv.camera.it/evento/8907

 

“Le donne contro Daesh – Il contrasto al radicalismo e al fondamentalismo”. E’ il titolo dell’incontro tenuto venerdì 29 gennaio, a Montecitorio (ore 10, Sala della Regina), organizzato dalla Presidente della Camera, Laura Boldrini, in collaborazione con l’Intergruppo parlamentare per le donne, i diritti e le pari opportunità.

All’incontro sono intervenute le madri di due giovani occidentali che hanno perso la vita dopo essere stati reclutati per combattere con Daesh: Saliha Ben Alì, fondatrice del ramo belga dell’Ong “Save-Society against violent extremism”, e Christianne Boudreau, canadese, coordinatrice dell’Ong “Mothers for life”. Si tratta in entrambi i casi di programmi di de-radicalizzazione che vedono le madri dei combattenti impegnate in prima linea contro l’estremismo e il terrorismo.

SOno intervenuti inoltre Lasse Lindekilde, docente dell’Università di Aarhus, la cittadina danese che, tra le prime al mondo, ha avviato un programma di reinserimento sociale per i foreign fighters di ritorno, e Daniel Koehler, direttore “Girds” (German Institute on radicalization and de-radicalization studies), uno dei massimi esperti del fenomeno della radicalizzazione. Tra i relatori, anche Edith Schlaffer, direttrice esecutiva della rete “Women without borders/ Save”, fondatrice di diverse Ong che coinvolgono le donne dei Paesi del mondo arabo e musulmano nella lotta al fondamentalismo.

Dopo il saluto iniziale della Presidente Boldrini; ha aperto i lavori la Segretaria di Presidenza, Anna Rossomando, componente dell’Intergruppo parlamentare. Si sono succeduti gli interventi, inoltre, di alcune deputate dello stesso Intergruppo: Deborah Bergamini, Dorina Bianchi, Marta Grande, Pia Locatelli, Marisa Nicchi e Lia Quartapelle.

A moderare i lavori la giornalista Maria Gianniti.

Rossomando alla Conferenza Nazionale OUA a Torino su gratuito patrocinio

 

26_11_15focus gratuito patrocinio OUA

“La questione del pagamento del gratuito patrocinio in tempi ragionevoli è fondamentale perché ha a che fare con l’esercizio effettivo del diritto alla difesa”. Così Anna Rossomando, deputata del Pd in Commissione Giustizia, alla tavola rotonda organizzata dall’OUA “Il patrocinio a spese dello Stato, un impegno dell’Avvocatura nel rispetto della costruzione della legalità” a Torino nell’ambito della Conferenza Nazionale dell’avvocatura..”Per questo è importante che la Commissione Giustizia della Camera abbia approvato, in sede consultiva, l’emendamento alla Legge di Stabilità che introduce la possibilità, per gli avvocati che prestano il gratuito patrocinio, di scegliere se aspettare i rimborsi da parte dello Stato (e spesso passano anni!) o se utilizzare i crediti per compensare il pagamento delle tasse. L’emendamento ora è al vaglio della Commissione Bilancio e mi auguro possa essere approvato”.

945a84c0bc7f5d86b6bee554c5c1c473 1518f3340b8fddc578b1b524e8007ef2 598a71a36bfa896cca6819234d81ac7a 60a44da7e7f17aa4b9efb51428843fcb
7d2d367071a9c97c741acd086c13667a 4e8f2b1d48e02174fef6a557ccb9c7f6

Carceri: Rossomando, in 2 anni trovate soluzioni strutturali

(ANSA) – ROMA, 16 GIU – “Da quando il Consiglio d’Europa ammoniva pesantemente il nostro Paese esortandolo a risolvere il problema del sovraffollamento carcerario a pena di sanzioni, sembra passato un secolo ma parliamo di appena due anni fa: nel frattempo l’azione del governo, con il ministro Andrea Orlando, e del parlamento e’ andata evidentemente nella direzione giusta, individuando delle soluzioni strutturali che adesso consentono all’Italia di essere un esempio per gli altri”. Lo dice la deputata del Pd Anna Rossomando, componente le commissione Giustizia della Camera. (ANSA). DEL 16-GIU-15 16:43 NNNN

Ascolta l’intervista radiofonica del 17.6.15 ”Carceri, Rossomando (PD): Grande soddisfazione, il problema c’era ed è stato risolto (link: 17_6_15 Intervista radio)

Chiusura OPG: restituire dignità ad essere umani non diminuisce sicurezza per i cittadini. Salvini smettila di ‘pazziare’

Chiusura OPG. Rossomando (PD) restituire dignità ad essere umani non diminuisce sicurezza per i cittadini. Salvini smettila di ‘pazziare’. Infatti chi rimane pericoloso, verrà ospitato in strutture più idonee alla cura e sempre con la garanzia per la sicurezza della collettività.