Archivio della categoria: Senza categoria

Regionali: Rossomando, verifichiamo intenzioni Chiamparino

(ANSA) – TORINO, 14 LUG – “Innanzitutto verifichiamo le reali intenzioni di Chiamparino in una sede di partito. E’ doveroso partire da lui ma, al di là di sue parole, la discontinuità è un tema politico e non personale. Se non ci fosse più la sua disponibilità, il Pd non può proporre una candidatura alla presidenza del Piemonte in solitaria. Il nome non può che nascere da un percorso politico di coalizione”. Così all’ANSA la vicepresidente del Senato Anna Rossomando, esponente torinese del Pd. “Il progetto – afferma Rossomando – va costruito con le forze politiche e civiche, che ci sono e che in questo momento hanno bisogno di trovare uno spazio di interlocuzione. In base al percorso e al programma si indicherà la persona più adatta a rappresentarlo, e non dovrà essere necessariamente del Pd”. “L’operazione Castellani – aggiunge – non è ripetibile, i tempi sono cambiati. Quella aveva avuto il pregio di essere nata da una mobilitazione che aveva unito le forze migliori. Anche ora abbiamo bisogno di una innovazione politica, che sappia interpretare la coesione e che faccia fare un passo avanti al Piemonte. Sono certa che Sergio Chiamparino, anche se fosse confermata la sua intenzione di non ricandidarsi, darà una mano”. (ANSA). PL 14-LUG-18 18:17 NNN

Lavoro: Comital; Rossomando, se ne occupi Ministro Di Maio

(ANSA) – IVREA (TORINO), 21 GIU – “Il fallimento della Comital è un duro colpo per l’industria di qualità italiana”. Il vicepresidente del Senato, Anna Rossomando (Pd), chiede un urgente intervento del Governo per salvare la storica azienda di Volpiano (Torino). “Mi auguro si trovi rapidamente una soluzione per i 110 dipendenti: come istituzioni saremo a fianco dei lavoratori per cercare una soluzione a questa crisi”. “Il Governo e il ministro del Lavoro Luigi Di Maio devono farsi carico di questa situazione, a partire dagli ammortizzatori sociali”, aggiunge la senatrice. (ANSA). YCB-BOT 21-GIU-18 19:22 NNN

Saviano: Rossomando (Pd), revoca cittadinanza? Provocazione

(ANSA) – ROMA, 21 GIU – “Lega Nord Torino chiede revoca cittadinanza onoraria a Roberto Saviano? + una provocazione offensiva. Bisogna che il tema della lotta alle mafie non scompaia dal dibattito politico, per tutti i partiti deve essere la priorità. Saviano è un esempio di passione civile”. Lo afferma su twitter la vicepresidente del Senato Anna Rossomando (Pd).(ANSA). BSA-COM 21-GIU-18 18:59 NNN

GOVERNO: ROSSOMANDO, TOGLIE AI POVERI PER DARE AI RICCHI

Roma, 6 giu (AdnKronos) – “ll governo del cambiamento ha cambiato la trama di Robin Hood, si toglie ai poveri per dare ai ricchi”. Lo dice Anna Rossomando, del Pd, vice presidente del Senato. “Nel suo discorso alle Camere il premier ha detto: ‘Se populismo è l’attitudine della classe dirigente ad ascoltare i bisogni della gente, se antisistema significa mirare a introdurre un nuovo sistema, che rimuova vecchi privilegi e incrostazioni di potere, ebbene queste forze politiche meritano entrambe queste qualificazioni’. Oggi il vicepremier Salvini ha dichiarato che ‘è giusto che chi guadagna di più paghi meno tasse’. La nostra opposizione sarà intransigente, a partire dalla lotta alle diseguaglianze”, aggiunge la Rossomando. (Pol/AdnKronos) ISSN 2465 – 1222 06-GIU-18 12:18 NNNN

INCIDENTE TRENO. CORDOGLIO DI ROSSOMANDO: SICUREZZA É DOVERE CIVILE

INCIDENTE TRENO. CORDOGLIO DI ROSSOMANDO: SICUREZZA É DOVERE CIVILE

INCIDENTE TRENO. CORDOGLIO DI ROSSOMANDO: SICUREZZA É DOVERE CIVILE (DIRE) Roma, 24 mag. – “Cordoglio per le vittime dell’incidente ferroviario, vicinanza ai feriti, ai familiari e a tutti i viaggiatori coinvolti. Dobbiamo moltiplicare gli sforzi sulla sicurezza dei luoghi di lavoro e nei trasporti, e’ un essenziale dovere civile. Il diritto alla mobilita’ deve partire dalla sicurezza delle persone come garanzia imprescindibile”. Cosi’ Anna ROSSOMANDO, vice presidente del Senato. (Rai/ Dire) 10:51 24-05-18 NNNN

Pd: Rossomando, Orlando pone problema politico

(AGI) – Roma, 6 apr. – “Andrea Orlando ha posto un problema politico, ovvero l’urgenza di un confronto aperto per una ripartenza dell’iniziativa e della proposta del Pd dopo la sconfitta elettorale”, afferma la vicepresidente Pd del Senato Anna Rossomando. “Questo – aggiunge – sara’ il terreno su cui verra’ misurata l’unita’ del partito come precondizione per il suo rilancio. L’unica cosa di cui non abbiamo bisogno e’ che si risponda a chi pone problemi politici con l’ennesima ‘aggressione mediatica’”. (AGI) Bal 061654 APR 18 NNN

Museo del Territorio gremito per la riunione Pd sul biotestamento (NEWSBIELLA – 16.2.18)

POLITICA | venerdì 16 febbraio 2018, 14:36 NEWSBIELLA.IT

Museo del Territorio gremito per la riunione Pd sul biotestamento

Salone del Museo del Territorio gremito per la riunione sul biotestamento organizzata dal PD Biellese con la presenza dell’onorevole Anna Rossomando e la partecipazione del dr.Carlo Peruselli, già responsabile delle Cure Palliative dell’ASL di Biella e Presidente della Società Italiana Cure Palliative, dell’avvocata Giovanna Prato, di Paolo Furia, ricercatore. Dopo l’introduzione alla serata del segretario provinciale Gianni Boerio e dell’avv. Prato, Paolo Furia si è soffermato sul concetto di autonomia punto cardine della legge. Carlo Peruselli è stato presentato dall’avv. Prato con riferimento alla nutrizione e idratazione nelle fasi terminali della vita. Il fine vita è cambiato profondamente – ha esordito Peruselli – gli stati vegetativi come Eluana Englaro non esistevano perché morivano. La preoccupazione oggi è quella di un fine vita determinato dalla tecnologia: una sorta di “bara tecnologica”. Ecco quindi la frase di Papa Francesco che si conclude con la richiesta di “un supplemento di saggezza”.

La legge dedica comunque molta attenzione al “consenso informato” che è la premessa per le scelte sul fine vita. Peruselli più che di accanimento terapeutico preferisce, e lo spiega, il concetto di prporzionalita delle cure. Spiega quindi in cosa consiste la sedazione terminale e le differenze dall’eutanasia. Esclude anche il fatto che la legge sia preparatoria alla legalizzazione dell’eutanasia. L’onorevole Anna Rossomando  ha sottolineato il fatto che la legge mette dei limiti ed enuncia dei principi che riguardano le scelte dell’individuo, facendo un resoconto dell’iter legislativo ed entra poi nel merito della legge. Nicoletta Favero ha spiegato l’iter della legge al Senato.

Fonte: http://www.newsbiella.it/2018/02/16/leggi-notizia/argomenti/politica-5/articolo/museo-del-territorio-gremito-per-la-riunione-pd-sul-biotestamento.html

Foto

 

«La forza di non arrendersi» Donne e diritti nella giornata torinese di Lucia Annibali

incontro annibali v3«La forza di non arrendersi»

Donne e diritti nella giornata torinese di Lucia Annibali

Un’occasione di dibattito e un’opportunità per ascoltare le esperienze, le richieste e i suggerimenti di chi quotidianamente si occupa di contrastare la violenza sulle donne. È stato questo il filo rosso degli incontri avuti oggi, giovedì 8 febbraio, da Lucia Annibali, candidata come capolista alla Camera dei Deputati nel collegio Piemonte 1-02 nella lista del Partito Democratico, e da Anna Rossomando, candidata al Senato nel collegio Piemonte 1-01, e da Silvia Fregolent, candidata alla Camera nel collegio Piemonte 1-01.

Con questo spirito, è stato richiesto un incontro con magistrati e avvocati, vertici degli uffici giudiziari e del Consiglio dell’ordine degli Avvocati: sono state illustrate le buone pratiche e anche le criticità che il mondo della giustizia riscontra nel contrasto alla violenza di genere. Per chi subisce questo tipo di violenza, i tempi della giustizia e le competenze sono il punto più sensibile e da valorizzare al meglio.

Al Collegio degli Artigianelli, si è poi svolta l’iniziativa «La forza di non arrendersi», a cui hanno partecipato decine di esponenti di associazionioperatori socio-sanitari e del settore giustizia, mondo del volontariato e del terzo settore, e le realtà che tutti i giorni operano per la tutela e la difesa delle donne contro ogni forma di violenza. Tanti gli interventi in sala, che hanno raccontatoalcune delle esperienze e delle best practice più significative del territorio.

«Il Piemonte rappresenta un’eccellenza e un esempio in materia di politiche contro la violenza di genere – dichiara Lucia Annibali –. Sul territorio sono molte le realtà impegnate quotidianamente nel fornire assistenza ma soprattutto nella prevenzione. Come Dipartimento Pari Opportunità abbiamo fatto molto in questa direzione, da ultimo le linee guida nazionali in tema di soccorso e assistenza alle donne vittime di violenza».

«Di questo è necessario tenere conto per verificare l’efficacia delle norme e delle azioni intraprese – spiega l’onorevole Anna Rossomando – La prossima legislatura avrà bisogno dei preziosi suggerimenti di chi è in prima linea per sostenere e accompagnare le vittime e soprattutto per contrastare la violenza di genere».

«Oggi, assieme a Lucia Annibali – dichiara l’onorevole Silvia Fregolent – abbiamo toccato con mano le tante azioni positive e concrete che il governo ha fatto in questi anni sul tema del contrasto alla violenza e per la tutela e l’estensione dei diritti».

Annbiali sarà nel torinese ancora domani, venerdì 9, con alle ore 9 la visita, assieme al candidato Pd del collegio uninominale di Collegno Umberto D’Ottavio, al centro antiviolenza Centro Donna diCollegno, nell’area dell’ex manicomio (Villa 5, ingresso da via Torino 9). Alle ore 10,30 la Annibali sarà a Palazzo Einaudi di Chivasso (piazza D’Armi 6), accompagnata dai candidati Pd Gianna Pentnero Alberto Avetta, per un incontro con tutte le realtà del territorio impegnate contro la violenza di genere, per poi concludere la mattinata alle ore 12 Ivrea (via Jervis 15 – sala conferenze “La direzione del benessere) con una conferenza stampa per la presentazione dei candidati del Pd e della coalizioneFrancesca Bonomo (collegio uninominale Ivrea – Camera), Alberto Avetta(collegio uninominale Ivrea/Settimo – Senato), Davide Gariglio (collegio plurinominale Camera), Anna Rossomando (collegio plurinominale Senato) e Davide Mattiello (collegio plurinominale Camera). 

MEDIA: