Archivio della categoria: Cittadinanza

Figc: Pd, Tavecchio faccia passo indietro, non e’ credibile

Appello a Malago’, si faccia interprete diffuso clima opinione, (ANSA) – ROMA, 29 LUG – “In vista dell’incontro che si terra’ giovedi’ tra Giovanni Malago’ e i candidati alla presidenza della Figc chiediamo che il Presidente del Coni si faccia interprete del diffuso clima di opinione che, nelle ultime ore, ha stigmatizzato e commentato assai criticamente le misere e incomprensibili parole pronunciate da Carlo Tavecchio”. E’ quanto sottolineano diversi deputati Pd in un appello rivolto a Malago’.  ”Chiediamo, dunque, che il Presidente dello sport nazionale si faccia portavoce della richiesta di un doveroso passo indietro da parte del candidato alla presidenza della FIGC, cosa che, in un paese normale, sarebbe gia’ dovuta avvenire soprattutto dopo l’intervento della Fifa”, sottolineano ancora i deputati Pd Laura Coccia, Umberto D’Ottavio, Antonio Boccuzzi, Emiliano Minnucci, Fabrizia Giuliani, Antonio Misiani, Antonino Moscatt, Michele Bordo, Giovanna Sanna, Magda Culotta, Anna Rossomando, Valeria Valente, Emma Petitti, Khalid Chauki, Valentina Paris, Miriam Cominelli, Chiara Gribaudo, Franco Ribaudo. “Il mondo del calcio – proseguono – ha estrema necessita’ di agganciare il treno del rinnovamento che sta percorrendo il nostro paese e che anche Giovanni Malago’ sta portando avanti nel mondo dello sport italiano. Tale rinnovamento a nostro avviso non puo’ essere rappresentato in alcun modo da Carlo Tavecchio che ha dimostrato di non essere piu’ credibile nella indispensabile lotta al razzismo che dilaga nei nostri stadi”. “Ci chiediamo con quale credibilita’ possa sostenere eventuali future sanzioni nei confronti di queste frange delle tifoserie”, concludono. (ANSA).

KZ2 29-LUG-14 13:02 NNNN

Oggi alla Camera su pdl Omofobia, intervento in Aula

Vogliamo dare al Paese una legislazione moderna, che metta al centro il concetto di cittadinanza. Dobbiamo farci carico della risposta alle moderne forme di violenza, anche le più sofisticate; violenze anche non materiali che hanno origine nella discriminazione. Vogliamo riaffermare l’orientamento del legislatore che mette al centro la persona e le sue libertà che sono tutelate dalla Costituzione. Per questo sosteniamo l’emendamento che introdurrebbe, anche per l’omofobia, le aggravanti previste dalla legge Mancino sull’odio razziale, tenendo conto delle obiezioni che sono state mosse ma tenendo fermo ciò che è irrinunciabile.

17_9_13 Intervento in Aula – Rossomando su pdl Omofobia

CITTADINANZA: ROSSOMANDO (PD),IUS SANGUINIS ORMAI INADEGUATO

(ANSA) – TORINO, 17 GIU – ”Evidentemente ai Fratelli d’Italia piace il ruolo di guastatori, che loro stessi si attribuiscono annunciando propositi minacciosi quando a Torino, alla presenza della ministra Kyenge, verranno assegnate le cittadinanze onorarie agli immigrati”. Lo afferma, in una nota, la parlamentare piemontese del Pd, Anna Rossomando. ”Noi del Partito Democratico sosteniamo convintamente l’iniziativa – aggiunge – del resto analoga a quella a cui ho partecipato nei giorni scorsi al comune di Rivoli, che e’ un primo passo per aprire una discussione seria sulla revisione dell’attuale legge sulla cittadinanza, ancora legata a una concezione, come quella dello ius sanguinis, non piu’ capace di rispondere alle attuali esigenze della nostra societa”. (ANSA).
COM-GTT 17-GIU-13 16:15 NNNN

 

Domenica 23 giugno dalle ore 15 alle ore 18.30 presso la Villa della Tesoriera (Corso Francia 192) è organizzata una festa per tutti i bimbi torinesi con giochi, animazione e merenda.

Alle ore 17.30 cerimonia di consegna degli attestati di cittadinanza simbolica ai bimbi figli di genitori stranieri nati a Torino nel 2013, con il patrocinio del Comitato Italiano per l’Unicef. Alla presenza della Ministra per l’Integrazione Cécile Kyenge e del Presidente dell’Unicef Italia Giacomo Guerra.

Kyenge, Valente e Rossomando (PD): “Scuse Valandro tardive, Lega intervenga”

140314839-216dcc32-e0f5-475b-aab8-990e88aa689d“Le parole con cui la consigliera di quartiere della Lega Nord di Padova, Dolores Valandro, ha attaccato in maniera ignobile e indegna un’esponente delle istituzioni civili e democratiche di questo Paese, la ministra dell’Integrazione Cecile Kyenge, sono la dimostrazione piu’ evidente che il problema della violenza di genere non riguarda soltanto gli uomini ma piu’ in generale tutti coloro che sono incapaci di relazionarsi con una donna soprattutto per il suo ruolo pubblico”. Lo dichiarano in una nota le deputate del PD Valeria Valente e Anna Rossomando.

“Evocare uno stupro per attaccare politicamente un ministro della Repubblica che tra mille difficoltà e numerosi attacchi razzisti sta portando avanti un’opera difficilissima per l’integrazione nel nostro Paese è un fatto gravissimo contro il quale Roberto Maroni e i vertici della Lega Nord devono agire subito. Le scuse tardive della consigliera alla ministra, cui va tutto il nostro sostegno e la nostra solidarietà, non bastano. Ci auguriamo  - concludono le parlamentari democratiche – che Maroni e gli organismi a ciò deputati del suo partito passino presto dalle parole ai fatti e provvedano al più presto a mettere in pratica i provvedimenti annunciati”.

Roma, 13 giugno 2013

Rossomando “CITTADINANZA ONORARIA SIMBOLICA”

rivoli cittadinanza onoraria bimbi stranieriConferire la cittadinanza onoraria ai bambini stranieri nati in Italia è un atto simbolico di grande importanza, è un invito all’inclusione sociale, è un riconoscimento del valore e della ricchezza della multiculturalità. L’iniziativa del Comune di Rivoli, opportunamente inserita nelle celebrazioni del 2 giugno, ci fa riflettere sulla portata del concetto costituzionale di “cittadinanza” ancorato a valori come il lavoro, i diritti di libertà, i saperi, la dignità delle persone. Dalla partecipazione a questi valori scaturiscono dei doveri nei confronti della cittadinanza nella quale si vive.

Il conferimento della cittadinanza onoraria non comporta il riconoscimento dei pieni diritti che spettano ai cittadini italiani, ma è un primo passo per aprire una discussione seria sulla revisione dell’attuale legge sulla cittadinanza, ancora legata a una concezione, come quella dello ius sanguinis, non più capace di rispondere alle attuali esigenze della nostra società.

Locandina Cittadinanza Onoraria 2 giugno Rivoli