Archivio della categoria: Carcere

CARCERI: ROSSOMANDO “VERREBBE DA SUGGERIRE PICCOLO RIPASSO A FERRARESI”

ROMA (ITALPRESS) – “Verrebbe da suggerire un piccolo ripasso al collega del m5s Ferraresi dopo la pausa estiva”. Cosi’ Anna ROSSOMANDO, deputata del Pd, che continua: “In tema di sovraffollamento delle carceri infatti il percorso del governo e della maggioranza con il Ministro Orlando e’ stato coerente ed efficace. Come ben ricordera’ il collega – sottolinea la deputata della commissione Giustizia – e’ stata affrontata da subito l’emergenza con risultati positivi riconosciuti piu’ volte dall’Europa e contemporaneamente si sono messe in campo energie, studi e proposte che con il lavoro corposo degli stati generali sull’esecuzione penale ha contribuito a scrivere la riforma dell’ordinamento penitenziario contenuta nel ddl penale entrato in vigore (finalmente!) il 3 agosto. Entro fine settembre – aggiunge ROSSOMANDO - ci saranno I primi decreti attuativi; ci saranno cioe’ gli interventi strutturali per porre rimedio alle disfunzioni causate in gran parte da errati passati interventi legislativi. La riforma si fa carico della certezza della pena e al contempo della umanita’ e efficacia della stessa. Valga per tutti il forte impegno sulle misure alternative alla detenzione, vero presidio contro la recidiva. Ed e’ bene sottolinearlo in un momento in cui si discute molto di sicurezza dei cittadini. Quanto poi all’attenzione al fenomeno di corruzione – conclude ROSSOMANDO - l’elenco dei provvedimenti approvati per individuare e colpire i fatti di corruzione e’ lungo: oltre all’aumento delle pene ricordo tra gli altri il ripristino del falso in bilancio e la modifica del reato di voto di scambio mafioso”. (ITALPRESS). sat/com 08-Set-17 18:24 NNNN

VENERDÌ 08 SETTEMBRE 2017 18.26.13

Carceri: Rossomando (Pd), potenziare misure alternative

(ANSA) – TORINO, 31 LUG – “Il prezioso lavoro di monitoraggio sulla situazione degli istituti penitenziari svolto dall’associazione Antigone, e presentato oggi a Torino, segnala la tendenza a un ritorno della carcerazione e il pericolo di nuovo sovraffollamento futuro degli istituti. In questi anni, l’impegno di Parlamento e Governo ha permesso, dopo la sentenza Torreggiani, di migliorare sui numeri dei detenuti nelle nostre carceri uscendo cosi’ dall’emergenza; abbiamo pero’ sempre detto e sottolineato che l’obiettivo primario e’ cambiare le condizioni nelle quali viene espiata una pena”. Lo dichiara Anna Rossomando, deputato torinese del Pd in Commissione Giustizia alla Camera dei Deputati. “Il punto adesso – afferma – e’ come invertire la rotta in modo strutturale, rispetto al passato, potenziando e rilanciando le misure alternative alla detenzione Questo non vuol certo dire ‘nessuna pena’ e ‘nessuna responsabilita”, ma significa comminare sanzioni che diano certezza della pena e che al contempo garantiscano il reinserimento di chi ha commesso un delitto rendendo le nostre societa’ piu’ sicure. L’importante approfondimento realizzato negli scorsi mesi durante gli “Stati generali dell’esecuzione penale”, a cui hanno partecipato numerosi esperti piemontesi, deve ora essere messo a frutto – conclude l’onorevole – e costituire il contenuto della legge delega per la riforma dell’ordinamento penitenziario”. (ANSA). ANG 31-LUG-17 15:25 NNNN

LUNEDÌ 31 LUGLIO 2017 15.26.01

Tortura: Rossomando, M5s pensi a suo impegno in Parlamento

LUNEDÌ 13 MARZO 2017 20.39.22
(V. “Tortura: M5s, da Orlando…” delle 19.19) (ANSA) – ROMA, 13 MAR – “Il Movimento 5 Stelle farebbe bene a pensare al proprio impegno in Parlamento: il disegno di legge per l’introduzione del reato di tortura e’ fermo ormai da mesi al Senato, nonostante il ministro Orlando ne abbia piu’ volte sollecitato l’approvazione definitiva, che spetta appunto al Parlamento”. Cosi’ Anna Rossomando, deputata del Pd in commissione Giustizia alla Camera. “Peraltro – aggiunge -il Consiglio d’Europa ha apprezzato il lavoro svolto dal ministro su temi difficili, come ad esempio le carceri, e la riduzione del contenzioso presso la Corte Europea dei Diritti Umani”.(ANSA). PAE 13-MAR-17 20:38 NNNN

Carcere Ivrea. Rossomando (Pd): Bene intervento governo ma monitorare criticità

COMUNICATO STAMPA

Carcere Ivrea

Rossomando (Pd): «Bene intervento governo ma monitorare criticità»

Il governo, una volta che è stato investito della questione relativa alle rivolte dei detenuti nel carcere di Ivrea, «ha assunto il problema molto seriamente; adesso la situazione va ulteriormente monitorata per vedere se e come verranno superate tutte le criticità dell’istituto di pena». Lo ha detto nell’aula della Camera la deputata del Pd Anna Rossomando replicando alla risposta del sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri a una sua interrogazione.

«Sui fatti occorsi nell’istituto di pena – ha ricordato la deputata dem – c’è un’indagine della Procura della Repubblica di Ivrea in corso, e sarà importante conoscerne gli esiti poiché si tratta di più denunce e segnalazioni. Dal rapporto del Garante nazionale dei detenuti risulta confermata una situazione molto critica del carcere di Ivrea, derivante in parte da condizioni comuni a tutti gli istituti di pena, sia pure con i miglioramenti dovuti a recenti atti legislativi e amministrativi, e in parte, però, specifiche di questa struttura, dove c’è troppa concomitanza di situazioni». Quindi «accolgo con favore l’indicazione da parte del Dap di sospendere l’uso della ‘stanza liscia’ e della sala di attesa dell’infermeria, le cui condizioni, come ha spiegato il Garante nazionale, non sono rassicuranti dal punto di vista del rispetto della dignità umana, fino alla loro ristrutturazione».

Ha aggiunto poi Rossomando: «Prendo in parola il sottosegretario Ferri quando afferma che in occasione delle previste nuove assunzioni di personale a livello nazionale si terrà conto delle carenze emerse a Ivrea». Infine, ha concluso la deputata del Pd, «è necessario procedere alla nomina di un comandante non precario che possa garantire quella stabilità necessario in una situazione così critica».