Archivio della categoria: TAV

Tav: Rossomando; solidarietà a Ferrentino, fare chiarezza

(V. ‘Tav: Ferrentino, da No Tav insulti…’ delle 17.56 circa) (ANSA) – TORINO, 16 LUG – La parlamentare torinese Anna Rossomando (Pd) esprime solidarietà nei confronti di Antonio Ferrentino, il consigliere regionale piemontese che oggi a Susa insieme al capogruppo Pd in Regione Piemonte, Domenico Ravetti, è stato contestato da un gruppo di No Tav con “insulti, calci alla macchina, sputi e spruzzi d’acqua”. “Esprimo grande preoccupazione – afferma Rossomando in un post su Facebook – per il gesto intimidatorio subito da Antonio Ferrentino, a cui va la mia solidarietà. Un episodio che non può essere sottovalutato e per il quale è necessario fare piena chiarezza”. “Chi compie simili gesti – rimarca – è solo un violento che non accetta il confronto. Confronto che il Pd continuerà a organizzare per informare i cittadini della valle sul procedere del cantiere, un confronto che Antonio continuerà a promuovere”. (ANSA). PL 16-LUG-18 20:25 NNN

Leggi l’articolo del 17_7_18 TorinoCronacaQui – Calci all’auto dei consiglieri Pd – Contestazioni No Tav a Susa

TAV: ROSSOMANDO, ASSENZA LEGA-M5S A TAVOLO PIEMONTE INCOMPRENSIBILE

Roma, 18 giu (AdnKronos) – “Il tavolo sulle infrastrutture convocato dal presidente Chiamparino, che ha visto oggi il primo incontro con i parlamentari del territorio, sarà un ottimo strumento per analizzare costantemente opportunità e criticità per la nostra Regione su tutto il tema infrastrutture”. Lo dice Anna Rossomando, del Pd. “L’assenza al tavolo dei parlamentari di governo è incomprensibile. Se la Lega ha deciso, sulla scia dei Cinque Stelle, che la Tav non è più una priorità per il Paese e per il Piemonte si prenda la responsabilità e spieghi le nuove ragioni ai cittadini”, aggiunge la vice presidente del Senato. “Il Tav, come altre infrastrutture importanti per lo sviluppo del Piemonte, ha a che vedere con la domanda su quali e dove saranno gli assi strategici nei prossimi anni. Ciascun gruppo parlamentare con la sua autonomia deve impegnarsi affinchè non si confermi ciò che già è palese, ovvero il rischio concreto di una preferenza per l’asse Nord-Est a scapito del Nord-Ovest. In questo caso il Piemonte ne risulterebbe danneggiato e isolato”, conclude Rossomando. (Pol/AdnKronos) ISSN 2465 – 1222 18-GIU-18 15:53 NNNN

Tav, parlamentari Pd: Sì a grandi opere che coniugano sviluppo e ambiente

Tav, parlamentari Pd: Sì a grandi opere che coniugano sviluppo e ambiente Roma, 18 giu. (LaPresse) – “Il Piemonte e l’Italia hanno bisogno di infrastrutture moderne, efficaci e capaci di coniugare sviluppo e tutela dell’ambiente rispettando la volontà e l’autonomia delle comunità locali come la Tav ed il Terzo valico. Per questi motivi sosterremo le iniziative della Regione e del Presidente Chiamparino sulla mobilità, attivandoci in Parlamento per promuovere ogni atto utile che possa permettere ai nostri territori di dotarsi di assi viarie per passeggeri e merci integrate con le vie di comunicazione comunitarie e funzionali alle esigenze ed alle necessità di cittadini ed imprese”. È quanto riporta una nota congiunta di deputati e senatori del Partito democratico Silvia Fregolent, Enrico Borghi, Giacomo Portas, Davide Gariglio, Francesca Bonomo, Chiara Gribaudo, Alberto Losacco, Andrea Giorgis, Stefano Lepri, Mauro Maria Marino, Anna Rossomando, Roberta Pinotti, Mino Taricco, Mauro Laus, sulla riunione sulle infrastrutture che si è svolta oggi, lunedì 18 giugno, a Torino presso la Regione Piemonte.

Scritte su sede Pd: Rossomando, non cedere a intimidazioni

orabastaviolenza(v. “Scritte contro Cie….” delle 11.33) (ANSA) – TORINO, 13 FEB – “Il confronto politico non puo’ trasferirsi sui muri delle sedi di partito, con frasi minacciose inquietanti come quelle comparse sulla sede del Pd di Barriera di Milano”. Cosi’ Anna Rossomando, deputata e membro della Direzione Nazionale del Partito democratico. “Esprimo la mia solidarieta’ e vicinanza – aggiunge la deputata torinese – al sen. Stefano Esposito e al sottosegretario Filippo Bubbico: anche su un argomento delicato come i Cie il Partito Democratico ha gia’ aperto una discussione proponendone il superamento. Si, dunque, – conclude Rossomando – ad ampio confronto, ma nessun cedimento a condizionamenti o intimidazioni”.(ANSA).

BAN 13-FEB-14 13:08 NNNN

TAV: ROSSOMANDO (PD), BENE RIMBORSO A IMPRESE DANNEGGIATE

(AGENPARL) – Roma, 05 feb -”È certamente positivo che la Camera abbia approvato in commissione un emendamento al decreto Destinazione Italia che prevede i rimborsi alle aziende danneggiate da azioni dolose finalizzate a ostacolare o rallentare l’esecuzione di opere per infrastrutture strategiche”. Lo afferma la deputata del Pd Anna Rossomando.
“Si tratta – aggiunge la parlamentar e torinese – di una questione che sollevai già qualche mese fa con un emendamento, poi trasformato in un ordine del giorno del Pd. Oggi il governo e il parlamento finalmente danno seguito a questa richiesta dando risposte concrete a chi ha subito danni in quanto impegnato nella realizzazione di opere importanti per lo sviluppo del Paese come ad esempio il Tav”. com/mgl 051800 FEB 14

NNNN

Tav: scritte No Tav; Rossomando (Pd), no a intimidazioni

orabastaviolenza

(v. ‘Tav: scritte No Tav su muri Pd…’ delle 12.55) (ANSA) – TORINO, 23 GEN – “Non accettiamo e non accetteremo mai alcuna forma di intimidazione e soprattutto parole e toni che evocano la violenza come metodo nei confronti di chi tiene una posizione politica”: lo dichiara Anna Rossomando,deputato torinese del Partito Democratico, in merito alle frasi di minaccia comparse sulla facciata della sede del Pd del quartiere torinese di Barriera di Milano. “Ogni qualvolta si aggredisce, si insulta o si sfregia la sede di un partito o di un movimento politico – osserva la deputata – dobbiamo preoccuparci e chiedere la massima attenzione e vigilanza”.(ANSA).

BAN 23-GEN-14 16:19 NNNN

Tav: Rossomando (Pd), lunedi’ interrogazione su intimidazioni

orabastaviolenza(ANSA) – TORINO, 18 GEN – Lunedi’ prossimo verra’ presentata un’interrogazione parlamentare al ministro dell’Interno, Angelino Alfano, per il momento firmata solo da esponenti del Pd, per “chiedere la massima attenzione sulla situazione di escalation di intimidazioni e violenze da parte di soggetti no-tav e quali interventi si intendano assumere”. Lo ha reso noto la parlamentare Pd, Anna Rossomando, intervenuta oggi a Torino ad un presidio per la legalita’ a fianco di altri parlamentari democratici come Andrea Giorgis, Umberto D’Ottavio, Antonio Boccuzzi, e numerosi amministratori anche di altre forze politiche come Giorgio Montabone, consigliere provinciale Udc. “La difesa della legalita’ di cui parliamo – ha aggiunto Rossomando – e’ difesa della democrazia e quindi di tutti i cittadini e della liberta’ di pensiero di cui parla la Costituzione. Non si puo’ tacere su quanto sta avvenendo in Piemonte in questi mesi. Occorre venga manifestata la massima e piu’ concreta solidarieta’ alle istituzioni, ai magistrati e ai giornalisti impegnati a titolo diverso nella vicenda tav”. (ANSA).
BEC 18-GEN-14 19:49 NNNN

Leggi l’interpellanza presentata il 21 gennaio 2014

TAV: ROSSOMANDO “RESPINGEREMO SEMPRE INTIMIDAZIONI”

ROMA (ITALPRESS) – “Esprimo la mia solidarieta’ a Stefano Esposito per l’ennesima minaccia che ha ricevuto. L’Italia e’ una democrazia, e va difeso il diritto di ciascuno di esprimere le proprie opinioni e di fare battaglia politica liberamente, senza temere minacce o addirittura aggressioni fin sulla porta di casa”. Cosi’ la deputata torinese del Pd Anna Rossomando. “Respingeremo sempre con fermezza – aggiunge – ogni atto di intimidazione o violenza: Stefano Esposito non sara’ mai solo e potra’ contare sull’impegno di tutti noi”. (ITALPRESS). sat/com 13-Gen-14 16:41 NNNN

Rossomando su risarcimento aziende danneggiate da attentati

Intervento in Aula 9 ottobre 2013 

Link al video
http://webtv.camera.it/archivio?legislatura=17&seduta=93&intervento=112633

ANNA ROSSOMANDO. Signora Presidente e colleghi, penso che sia legittimo intervenire sul punto di leggi che intervengono sui diritti e sulle libertà di ciascuno, ed è legittimo esprimere opinioni diverse. Noi oggi qui stiamo discutendo di alcuni fatti che si verificano o si sono verificati e, quindi, il punto è come vengono affrontati i fatti. Allora voglio dire una cosa con molta chiarezza: io non credo sia ammissibile contrapporre le ragioni della democrazia a quelle della legalità o quelle del lavoro a quelle della legalità. In altri momenti ci siamo trovati ad affrontare questi temi ed abbiamo saputo non contrapporle e difendere la legalità a tutto campo. La legalità sta a difesa della democrazia e del lavoro.

Ho sentito anche adesso riferimenti a situazioni poco chiare di opacità o anche precedenti di irregolarità sui cantieri di lavoro: bene, si segnalino queste situazioni. Lo so, ho seguito molto attentamente e continueremo a seguirle attentamente, ma anche questo sta nella difesa a tutto campo della legalità: non si potranno difendere quelle ragioni se non si difendono le ragioni della legalità e quindi bisogna saper distinguere e non strumentalizzare e artatamente sovrapporre i due piani.
Allora qui stiamo discutendo di un fatto: ci sono, si sono verificati dei danneggiamenti dolosi, non colposi, ad aziende e cantieri. Eventualmente se ne potranno verificare con riferimento a vari lavori che riguardano infrastrutture e non soltanto la questione TAV. Allora, si sono verificati sì o no questi fatti ? Stiamo discutendo: hanno diritto ad avere un risarcimento, se è provato che si sono verificati, se dolosi, sì o no ? Questo è il punto. Non ci sono altre questioni da discutere. Lasciamo da parte la questione regolamentare, se era ammissibile o no: è stata risolta in Commissione. C’era stato un iniziale giudizio negativo, c’è stato un regolare ricorso che è stato accolto: superato. Presentato un parere negativo motivato della Commissione bilancio. A questo riguardo, voglio soltanto dire, Presidente e colleghi, che sempre il richiamo di chiusura è all’articolo 81 della Costituzione.
Il parere è sulle modalità con cui è stato indicato il fondo e sulla non determinatezza, a parere della Commissione bilancio, dell’entità degli indennizzi. La Commissione bilancio, quindi, come non poteva ovviamente fare, non ha detto che non ci sono le coperture in assoluto. Siccome le ragioni ci sono tutte, noi riproporremo questa questione e chiediamo al Governo un impegno esplicito, al di là ovviamente delle dichiarazioni del Ministro Lupi che ha rilasciato anche sui mezzi di stampa.
Voglio aggiungere, Presidente e colleghi, concludendo davvero, che il mio intervento si è limitato qui e non ne farò altri, perché naturalmente anche noi, anche io, abbiamo patito il fatto che su questo decreto-legge cosiddetto femminicidio ci fossero altre materie. Tanti argomenti mi sono sembrati molto strumentali e molto fuori luogo nella giornata di ieri sera, ma siccome vogliamo che invece le norme sul femminicidio vengano approvate in tempi utili, per questo motivo abbiamo anche limitato i nostri interventi e non vogliamo che questa discussione sia usata per discutere se bisogna fare o no il TAV in quanto non è questa né la sede né lo strumento (Applausi dei deputati del gruppo Partito Democratico).

PER APPROFONDIRE: Aziende danneggiate da attentati_Per approfondire