Archivio della categoria: Femminicidio

Stalking, Rossomando (Pd): Camere già al lavoro su correttivi

Stalking, Rossomando (Pd): Camere già al lavoro su correttivi Parere positivo ministro Orlando su emendamento presentato a Senato Roma, 6 ott. (askanews) – “Il Parlamento è già al lavoro su correttivi”. Così Anna Rossomando, deputata del Partito Democratico. “Il reato di stalking nei casi più gravi è procedibile d’ufficio e quindi non è possibile una sentenza come quella appena emessa a Torino anche se viene risarcito il danno – ha spiegato la parlamentare dem -. Nei casi residui ove l’applicabilità della giustizia riparativa è affidata alla valutazione del giudice, data la particolarità della posizione della persona offesa è opportuna una correzione della norma; ciò tra l’altro sarebbe in linea con l’impostazione scelta nel provvedimento sul femminicidio dove avevamo optato per la soluzione, oggi vigente, che prevede che il ritiro della querela da parte della persona offesa – ha sottolineato la deputata della commissione Giustizia – avvenga solo avanti l’autorità giudiziaria e quindi in una forma particolarmente assistita. In Parlamento già dalla ripresa dei lavori sono all’esame soluzioni per correggere la norma sullo stalking e ne è conferma il parere positivo espresso oggi dal Governo con il ministro Andrea Orlando sull’emendamento al provvedimento in discussione al Senato ­- ha concluso la deputata torinese – che interviene proprio su questo punto”. pol-njb 20171006T150934Z

VENERDÌ 06 OTTOBRE 2017 15.09.47

Ddl penale: Rossomando, nessuna depenalizzazione stalking

(ANSA) – ROMA, 28 GIU – “Da ieri son girati in rete ‘allarmismi’ su una presunta depenalizzazione del reato di stalking (in relazione all’art. 162 ter c.p. introdotto con la legge di riforma del processo penale recentemente approvata) che sono certamente frutto di una mancata comprensione della norma che vorrei chiarire”. Cosi’ Anna Rossomando, deputata del Partito Democratico. I limiti posti dalla norma che prevede l’estinzione del reato (pena massima non superiore a 4 anni), escludono l’applicabilita’ allo stalking (che prevede una pena massima di 5 anni), essendo anche prevista dalle attuali norme la “irrevocabilita’ della querela”. “Comunque e in ogni caso – aggiunge Rossomando - non e’ possibile l’estinzione per condotte riparatorie nei casi in cui il reato diventa procedibile d’ufficio, vale a dire quando sono presenti alcune aggravanti, in particolare se il reato e’ commesso nei confronti di un minore, donne in stato di gravidanza, o di persona con disabilita’, se e’ commesso da un soggetto ammonito dal questore per condotte persecutorie in danno della stessa vittima, o se e’ connesso con altro delitto per il quale si procede d’ufficio. La crescente violenza sulle donne, nota come femminicidio, e’ stata al centro di diverse iniziative legislative attente alla tutela delle vittime, ma soprattutto a mettere in campo interventi tempestivi al comparire dei primi segnali. La cronaca purtroppo – conclude Rossomando - ci dice che molto ancora c’e’ da fare per la formazione di tutti gli operatori chiamati ad intervenire in queste vicende; e ancor piu’ c’e’ da fare per sconfiggere la cultura della sopraffazione ancora cosi’ presente e diffusa”, conclude. (ANSA). PH 28-GIU-17 15:40 NNNN

MERCOLEDÌ 28 GIUGNO 2017 15.40.50

Violenza donne: Rossomando (PD), alto valore panchine rosse

(V. ‘Violenza donne: Pd difende panchine rosse…’ delle 13.47) (ANSA) – TORINO, 3 APR – “Attaccare le Panchine Rosse significa svilire l’importanza della lotta contro la violenza di genere”. Cosi’ Anna Rossomando, deputata torinese del Partito Democratico in commissione Giustizia alla Camera. “Una lotta che passa anche attraverso l’educazione e la crescita culturale: le Panchine Rosse sono esattamente questo, un progetto dall’alto valore simbolico apprezzato e rispettato da tutta la cittadinanza. Spiace che, ancora una volta, Salvini non se ne sia accorto, a differenza delle donne del suo partito…”. (ANSA). COM-GTT 03-APR-16 17:09 NNNN

DOMENICA 03 APRILE 2016 17.09.49

Convenzione Istanbul, Rossomando(Pd): premiato impegno Parlamento

Roma, 24 apr. (TMNews) – “L`entrata in vigore della convenzione di Istanbul il primo agosto è certamente una buona notizia”. E’ quanto dichiara in una nota la deputata del Pd, Anna Rossomando, membro della commissione giustizia della Camera. ”Nel giorno in cui i deputati del Movimento 5 Stelle hanno inscenato l`ennesima ignobile gazzarra contro il Parlamento e la presidente Boldrini, fa piacere che invece – osserva – si veda un frutto concreto dell`impegno parlamentare: le Camere hanno infatti approvato poco dopo il loro insediamento la Convenzione e ora, raggiunte le adesioni necessarie, i Paesi del Vecchio continente hanno uno strumento in più per contrastare la violenza di genere”.
Pol/Bac

241524 APR 14

Rossomando alla Conferenza Nuovi Orizzonti “Contro la violenza sulle donne, a che punto siamo?”. Torino, 25.11.13 ore 9/13

Video dell’intervento: https://www.youtube.com/watch?v=uIU6uCwIpDQ&feature=c4-overview&list=UUpM2G8XrwtCDZI_3YfQH53A

La Nuovi Orizzonti, con il Patrocinio della Provinciadi Torino e della Città di Torino, nell’ambito della propria campagna:

in Occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, promuove la

CONFERENZA

Contro la violenza sulle donne, a che punto siamo?

L’intento è confrontarsi sul tema della violenza contro le donne, proporre nuovi strumenti e nuove iniziative, per tentare di arginare questo fenomeno diffuso in tutto il mondo. Da qualche tempo i media parlano continuamente di violenza contro le donne e di femminicidio, eppure la sensazione è quella della mera cronaca, senza che sia mai dato spazio mediatico per presentare proposte concrete ad opera di enti no profit. 

I temi trattati saranno:

  • Violenza contro le donne, situazione attuale e iniziative per contrastare questo dramma sociale che molti si ostinano a negare.
  • L’ONU dichiara che l’Italia è carente in quanto a strutture di accoglienza per donne, la Nuovi Orizzonti presenta il proprio progetto per la realizzazione di un grande Centro Accoglienza per donne vittime di violenza o comunque in condizioni di disagio sociale, con o senza figli.
  • “Estirpare o sradicare” le donne dal loro tessuto sociale, in particolare quando si tratta di violenza domestica, è sempre un dramma o una possibile alternativa, che può salvare la vita?

 

Presso Sala Stemmi della Provincia di Torino in Ccrso Inghilterra 7, primo piano Dalle 09:00 alle 13:00

Invitati:

Dott.ssa Antonella Moira Zabarino Sociologa

Prof.Ing. Olimpia Becheru Project Manager UE

Dott.ssa Antonella del Torchio

Arch. Federico Russotti Direttore tecnico progetto G.A.D.

On. Gianluca Susta Senatore

On. Anna Rossomando Deputata parlamentare

On. Paola Bragantini Deputata parlamentare

Dott.ssa Maria Agnese Vercellotti Moffa Presidente Consulta femminile regionale del Piemonte

Roberto Tentoni Consigliere regionale del Piemonte

Avv. Giuseppe Sbriglio Presidente Adusbef Torino+

Convegno-25-novembre-1-01

Rossomando al convegno “Rompere il silenzio: uscire dalla violenza si può”. Torino 22.11.13 ore 17,00

LocA3 (2)

“Rompere il silenzio: uscire dalla violenza si può”, in programma venerdì 22 novembre alle 17.00 presso l‘Antica cappella dell’Ospedale San Giovanni Vecchio di Torino (ingresso Via Cavour 31), un momento di dialogo con Anna Rossomando Segreteria di Presidenza – Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, Giovanni Centrella Segretario Generale UGL, Patrizio Schinco Medico responsabile del Centro Demetra dell’ospedale Molinette, Luca Pantanella Presidente Alsil Onlus, Domenico Matarozzo Conselour Cerchio degli Uomini, e Marilla Baccassino del Centro Donne Contro la Violenza. Saranno presenti il Questore di Torino, Antonino Cufalo e Michele Coppola, Assessore alla Cultura della Regione Piemonte.

Modererà l’incontro Elena Miglietti, rappresentante di Giulia Giornaliste.

“E’ necessario far crescere la cultura dell’accettazione reciproca e delle diversità di cui siamo portatori, così come è necessario occuparci della presa in carico psicologica degli uomini violenti”, dichiara l’ On. Anna Rossomando “se la politica non si pone l’ambizione di rinnovare la società rinuncia a una parte fondamentale della sua missione. Dobbiamo provarci, e anche grazie a iniziative come questa mostra saremo più forti nel sostenere la nostra battaglia”.

Seguirà inaugurazione della mostra e il recital “Dee, la forza e le fragilità al femminile” di e con Elena Ruzza

VOCI DAL SILENZIO

Opere di Diego D. Testolin a cura di Roberta Di Chiara

Dal 22 novembre al 9 dicembre 2013

Sala degli Infernotti – Ospedale San Giovanni Antica Sede

Via San Massimo 24 – Torino

Orario apertura dal lunedi al venerdi  9/20