Archivio della categoria: Senato

ROSSOMANDO, ‘CALDEROLI DEGNO DELLA MIGLIORE COMMEDIA ALL’ITALIANA’

Roma, 6 ago (Adnkronos) – “Sulla doppia preferenza di genere il senatore #Calderoli oggi in Senato ha ragionato, forse con un po’ di ingenuità, di infedeltà, gentil sesso, accoppiamenti. Un immaginario ‘interessante’… degno della migliore commedia all’italiana. L’Italia però nel frattempo è andata avanti”. Lo scrive su Twitter la vice presidente del Senato Anna ROSSOMANDO, del Pd. (Pol/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 06-AGO-20 17:18 NNNN

Open Arms: Rossomando, soccorso come minacciava confini?

ROMA, 30 LUG – “Parliamo di difesa dei confini ma il fatto è che c’erano dei naufraghi che avevano diritto al completamento del soccorso. Stiamo parlando di un’imbarcazione che ospitava più di 150 persone che era omologata per 19 e con situazioni di salute precaria verificate da sanitari e dal pm di Agrigento”. Lo afferma Anna Rossomando, senatrice del Pd intervenendo al Senato sul caso Open Arms. “Completare il soccorso – prosegue – come avrebbe minacciato i confini? Chi fugge dalle torture forse affronta anche il rischio di affogare e 40 gradi all’ombra, siamo noi che non possiamo consentire queste sofferenze. Non si può affermare che c’è un generico fine politico e che questo si può raggiungere con qualsiasi mezzo. Qui siamo tutti chiamati ad una grande responsabilità e cioè un vero piano di gestione dei flussi migratori”. Poi rivolta al leader della Lega aggiunge: “Lei usa il rosario e la Madonna sempre in pubblico come un brand pubblicitario, io le chiedo quale sommessa preghiera c’è stata per queste persone, per chi fuggiva dalle torture? E’ ipocrisia dire che si vogliono fermare gli scafisti quando difronte c’erano persone inermi”. (ANSA). IRA 30-LUG-20 12:22 NNN

SENATO. CANDIANI: GOVERNO FA MARCHETTE; ROSSOMANDO: VOLGARE, RISPETTI L’AULA

Roma, 29 lug. – Botta e risposta in aula a Palazzo Madama durante la discussione generale sullo scostamento di bilancio. Protagonisti il senatore della Lega Stefano Candiani, e la presidente di turno Anna ROSSOMANDO. Ad innescare la miccia sono le parole del leghista, che durante il suo intervento accusa: “Forse saro’ censurato, ma la richiesta di proroga dello stato di emergenza, unita alla disponibilita’ delle risorse, vi consente di fare le classiche marchette”. ROSSOMANDO interrompe il senatore, richiamandolo. “Che lo dica in italiano o cosi’ si capisce…”, rincara la dose Candiani. La presidente di turno non ci sta e interrompe nuovamente il leghista. “Sono sicura e convinta che conosce moltissimi altri vocabili che rendono il termine- spiega ROSSOMANDO nella reprimenda- usare qui termini volgari vuol dire mancare di rispetto all’aula”. Ma il senatore prosegue imperterrito: “Va bene, allora non diro’ piu’ che il governo fa marchette…”. La presidente di turno avverte. “Per quanto mi riguarda, da ora in poi ci saranno richiami formali”. Candiani allora smorza la polemica, accendendone un’altra. “Grazie presidente, la sua difesa del governo fa onore al governo”. “Sto difendendo l’aula”, termina ROSSOMANDO. (Sor/Dire) 13:59 29-07-20 NNNN

VITALIZI: ROSSOMANDO, ‘PD NON E’ IN COMMISSIONE, AVEVAMO PROPOSTO ALTRA SOLUZIONE’

Roma, 25 giu (Adnkronos) – “Il Pd non è presente nella commissione contenziosa del Senato che ha deliberato sui vitalizi. Quando la vicenda venne affrontata in Consiglio di Presidenza nel 2018, i rappresentanti del Pd avevano proposto una soluzione alternativa che non venne presa in considerazione dall’allora maggioranza. Una soluzione, quella del Pd, che non avrebbe esposto il Senato alla situazione attuale”. Lo dice la vicepresidente del Senato e senatrice Pd Anna ROSSOMANDO. . (Pol/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 25-GIU-20 22:56 NNNN

Ustica:Rossomando,da opposizione stop a desecretazione

ROMA, 25 GIU – “Questa mattina sulla vicenda della desecretazione dei documenti classificati su Ustica, in Consiglio di presidenza, la maggioranza era al completo e pronta a dare il via libera. L’atteggiamento ostruzionistico di una parte dell’opposizione ha reso impossibile la votazione, che abbiamo richiesto più volte, e la presidente Casellati ha deciso di sconvocare la riunione del Consiglio. Restiamo pronti a votare la desecretazione degli atti il prima possibile, sperando in un atteggiamento diverso da parte dell’opposizione. Resta l’amarezza per non essere riusciti a procedere a questo passo verso la verità alla vigilia del quarantesimo anniversario della strage, anche simbolicamente sarebbe stato importante.” Lo dichiara in una nota la vicepresidente del Senato e senatrice Pd, Anna Rossomando. (ANSA). PDA 25-GIU-20 17:08 NNN

Zone rosse: Rossomando (Pd), allucinante idea giustizia Salvini =

Roma, 10 giu. – “E’ allucinante la concezione che Salvini ha della giustizia. Di fronte alla decisione della procura di Bergamo di convocare il presidente Conte e i ministri Speranza e Lamorgese come persone informate sui fatti rispetto alla mancata istituzione della zona rossa nei comuni di Nembro e Alzano Lombardo, l’ex ministro commenta sui social ‘giustizia e’ fatta’”. Lo dichiara in una nota la senatrice del Pd, Anna Rossomando, che aggiunge: “Un maldestro tentativo di far passare una normale convocazione come l’accertamento di responsabilita’, da usare come una clava, oltretutto inesistente, contro gli avversari politici. Tutto sbagliato, premesse e allusioni, ma si sa che quando si parla di avversari politici per Salvini non valgono neanche le piu’ basilari regole di civilta’ giuridica”, conclude. (AGI)com/Ser 101830 GIU 20 NNNN

Immuni:Rossomando,ok modifica icone, ma ancora stereotipi

ROMA, 3 GIU – “Bene la modifica dell’immagine dell’app Immuni annunciata dal governo. Gli stereotipi sulla donna vanno sempre denunciati. Quando non ce ne sarà più bisogno, avremo fatto un grande passo avanti. Ma come dimostra anche questa vicenda, siamo ancora lontani”. Così su Twitter la vicepresidente del Senato e senatrice Pd, Anna Rossomando.(ANSA). IRA-COM 03-GIU-20 13:02 NNN

Open Arms, Rossomando: incomprensibile assenza di Iv al voto

Roma, 27 mag. (askanews) – “Non ho compreso la non partecipazione al voto dei colleghi di Italia viva, che hanno detto di voler approfondire. Il tema è delicato perchè è in ballo una valutazione importante che riguarda tutte le libertà dei cittadini e qual è lo spazio per agire anche in violazione di una legge. In casi eccezionali, motivati e circoscritti, se c’è un interesse nazionale e costituzionalmente rilevante, non si deve essere processati, solo in quel caso. In modo ingiustificato sono state private della libertà 161 persone, a bordo per diversi giorni sottoposti a sofferenze legate al clima e alle condizioni sanitarie. A mio giudizio, l’interesse nazionale non c’era, così come per il caso Gregoretti e Diciotti”. Lo ha detto la senatrice del Pd Anna Rossomando, vicepresidente del Senato e componente della Giunta per le immunità del Senato a proposito del caso Open Arms. “Continuare a insistere sul fatto che bisognava difendere i confini nazionali è una sciocchezza, lo sanno tutti che far sbarcare queste persone voleva dire semplicemente far completare l’operazione di soccorso e poi accertare se avevano diritto a chiedere asilo altrimenti sarebbero stati rimpatriati. Non c’era assolutamente in gioco la protezione dei confini. Le decisioni che riguardano la giunta per le organizzazioni devono essere svincolate dalle valutazioni politiche, sono decisioni molto delicate che non devono assolutamente seguire logiche di minoranze e maggioranze”, ha concluso. Pol/Vep 20200527T092832Z

Open Arms: Rossomando (Pd), blocco sbarco no interesse pubblico

Roma, 26 mag. – “Oggi dovevamo decidere in giunta per le autorizzazioni se si possono trattenere oltre 150 persone in mare in precarie condizioni di salute per mera convenienza politica. Per noi questo non e’ un interesse pubblico a cui sacrificare la liberta’ e la salute delle persone”. Lo dichiara la senatrice Pd e membro della giunta per le autorizzazioni, Anna Rossomando. “L’Europa oltretutto aveva gia’ dichiarato la disponibilita’ alla redistribuzione dei migranti e il completamento del soccorso con lo sbarco non puo’ essere messo in connessione con il regolamento dei flussi, considerato che non avrebbe pregiudicato nessun controllo sulle richieste di asilo. Quindi siamo di fronte a un fatto di propaganda politica, ecco perche’ ho votato contro la relazione del Presidente Gasparri”, conclude. (AGI) Fri 261342 MAG 20 NNN

Bonafede, Rossomando (Pd): no sfiducia ma serve fase 2 giustizia

No alle mozioni di sfiducia al ministro della Giustizia Bonafede che hanno come obiettivo “la crisi di governo”. Ma sulla giustizia serve “una fase 2 per rafforzare la cultura delle garanzie”. Lo ha affermato in aula al Senato Anna Rossomando, che per il Pd ha svolto la dichiarazione di voto sulle mozioni. Rossomando ha sottolineato che per raggiungere l’obiettivo politico della crisi “si firmano contemporaneamente due mozioni che dicono cose opposte”. Rossomando ha spiegato la sua contrarietà ad una mozione, quella del centrodestra, che “trae spunto da una telefonata ad una trasmissione televisiva. Non può essere questo il presupposto per far cadere il governo”. La senatrice dem ha poi sottolineato la necessità di una ‘fase 2′ sulla giustizia per la cultura delle garanzie che “è cosa diversa dal garantismo”. “Serve la riforma del processo penale e quella del processo civile – ha proseguito Rossomando – interventi sull’ordinamento penitenziario, la riforma del Csm che non è solo riforma del metodo elettorale”. Dell’intervento del ministro Bonafede in Aula, Rossomando ha detto di aver apprezzato il riferimento al “governo di coalizione, diverso dal governo del baratto che è dannoso al paese”. Lsa 20200520T131359Z