Archivio della categoria: Giustizia

“Le professioni nel terzo millennio” con Andrea Orlando e Anna Rossomando (Foto, Video e Tg3 Piemonte)

Giovedì 22 febbraio con il ministro della Giustizia Andrea Orlando abbiamo incontrato i professionisti torinesi. “Quale sarà la fisionomia delle professioni in un’Italia che per essere competitiva dovrà investire sulla conoscenza? Quali sono le opportunità di crescite e le nuove esigenze di welfare?”… questi alcuni dei temi affrontati.
Qui di seguito il servizio del Tg3 Piemonte, una gallery fotografica della serata e il video integrale dell’incontro.

Elezioni: Rossomando, avanti con valorizzazione professioni

ZCZC1839/SXR OTO53804_SXR_QBKT R POL S56 QBKT Elezioni: ROSSOMANDO, avanti con valorizzazione professioni (ANSA)- TORINO, 22 FEB – “Professionisti, freelance, partite Iva sono un settore vitale della nostra societa’ e della nostra economia che, in una fase di trasformazioni epocali, richiede risposte al passo con i tempi. La nostra societa’ potra’ uscire dalla piu’ grave crisi del dopoguerra se sapra’ guardare alle professioni come risorsa”. Lo ha detto Anna ROSSOMANDO, candidata al Senato per Torino, intervenendo ad un incontro del Pd con gli ordini professionali, presente il ministro della Giustizia, Andrea Orlando. “L’approvazione dell’equo compenso e’ un primo e fondamentale passo – ha aggiunto ROSSOMANDO – e nella prossima legislatura vogliamo proseguire verso una valorizzazione delle professioni, tenendo conto anche delle nuove esigenze di welfare e immaginando un nuovo modello di sviluppo che metta al centro le competenze e i saperi delle professioni intellettuali”. (ANSA). BEC/BOT 22-FEB-18 22:29 NNNN

Questa sera a Torino “Le professioni nel terzo millennio” con Andrea Orlando e Anna Rossomando (DIRETTA FACEBOOK)

bozza loncandina orlando_bis (1)ELEZIONI, ORLANDO OGGI A TORINO PER INCONTRO SU PROFESSIONI 

L’incontro sarà trasmesso in diretta facebook sulla pagina di Anna Rossomando

www.facebook.com/RossomandoPd/

(9Colonne) Torino, 22 feb – Il mondo dei professionisti, degli autonomi, dei freelance, delle partite Iva, negli ultimi anni, ha vissuto profonde trasformazioni. La crisi economica e le sfide imposte dalla competizione globale hanno minato redditi e certezze, la capacità di innovarsi e di stare al passo con le trasformazioni tecnologiche è diventata fondamentale per stare sul mercato e cogliere le nuove opportunità di crescita. Al mondo dei professionisti e dei freelance il Governo e il Partito Democratico in Parlamento hanno dedicato particolare attenzione, non ultima l’approvazione della legge per l’equo compenso. Quale sarà la fisionomia delle professioni in un’Italia che per essere competitiva dovrà investire sulla conoscenza? Quali sono le opportunità di crescite e le nuove esigenze di welfare? Sono questi alcuni dei temi che verranno affrontati oggi, alle 20,30, all’hotel Nh Santo Stefano, a Torino, nel corso dell’incontro pubblico “Le professioni nel terzo millennio”, a cui partecipano il ministro della Giustizia Andrea Orlando ed Anna Rossomando, candidata al Senato per il Pd nel collegio di Torino e Provincia, ed alcuni esponenti delle professioni di Torino. L’incontro sarà trasmesso in diretta facebook sulla pagina di Anna Rossomando. (PO / red) 220944 FEB 18 

Elezioni, Rossomando (Pd) e Orlando giovedì a Torino convegno ‘Le professioni nel terzo millennio’

bozza loncandina orlando_bis (1)Elezioni, Rossomando (Pd) e Orlando giovedì a Torino convegno lavoro Roma, 20 feb. (LaPresse) – “Il mondo dei professionisti, degli autonomi, dei freelance, delle partite Iva, negli ultimi anni, ha vissuto profonde trasformazioni. La crisi economica e le sfide imposte dalla competizione globale hanno minato redditi e certezze, la capacità di innovarsi e di stare al passo con le trasformazioni tecnologiche è diventata fondamentale per stare sul mercato e cogliere le nuove opportunità di crescita. Al mondo dei professionisti e dei freelance il Governo e il Partito Democratico in Parlamento hanno dedicato particolare attenzione, non ultima l’approvazione della legge per l’equo compenso. Quale sarà la fisionomia delle professioni in un’Italia che per essere competitiva dovrà investire sulla conoscenza? Quali sono le opportunità di crescite e le nuove esigenze di welfare?”. Sono questi alcuni dei temi che verranno affrontati giovedì 22 febbraio, alle ore 20,30, all’hotel Nh Santo Stefano (via Porte Palatine 19 – Torino), nel corso dell’incontro pubblico ‘Le professioni nel terzo millennio’, a cui parteciperanno il ministro della Giustizia Andrea Orlando e l’onorevole AnnaRossomando, candidata al Senato per il Partito Democratico nel collegio di Torino e Provincia, ed alcuni esponenti delle professioni di Torino.

GIUSTIZIA. ROSSOMANDO: DOPO STALLO BERLUSCONIANO RIPRESE RIFORME

(DIRE) Roma, 18 feb. – “Riaprire i concorsi per il personale giudiziario e far ripartire le assunzioni e’ stata una preoccupazione costante in questa legislatura e ora si cominciano finalmente a vedere i risultati. Se oggi si puo’ pensare di prolungare gli orari delle udienze in tribunale fino al pomeriggio inoltrato, e dare cosi’ sostanza all’impulso riorganizzativo promosso dai vertici degli uffici giudiziari torinesi, contribuendo cosi’ a velocizzare i tempi dei processi e ridurre l’arretrato, e’ anche grazie al piano di assunzioni di personale giudiziario, varato dal Ministro della Giustizia Andrea Orlando, che sta portando nei tribunali italiani 1.600 unita’ tra assistenti e funzionari: in particolare in Piemonte stanno arrivando 162 nuovi assistenti, meta’ dei quali a Torino”, cosi’ l’onorevole AnnaROSSOMANDO, deputata torinese del Pd in Commissione Giustizia alla Camera dei Deputati, in merito al piano presentato dal presidente del Tribunale di Torino Massimo Terzi. “Dare piu’ risorse e strumenti adeguati a chi ha il compito di dirigere gli uffici giudiziari per organizzare al meglio il servizio giustizia vuol anche dire, come abbiamo iniziato a fare, prevedere soluzioni alternative e anticipate del processo, privilegiando nei casi di reati di minore entita’ il risarcimento alla vittima ed evitando cosi’ la celebrazione di tutti i tre gradi di giudizio – continua ROSSOMANDO -. Nel futuro, grazie all’insieme di questi interventi, le cifre che il Procuratore di Torino Armando Spataro aveva dato, ovvero l’ottenimento di poco piu’ di un terzo delle oltre 9 mila date di richiesta di fissazione di udienza, c’e’ la concreta possibilita’ che migliorino significativamente. Sara’ nostro impegno monitorare l’effetto che queste riforme produrranno, continuando a confrontarci con tutti gli operatori della giustizia: magistratura, avvocatura e personale giudiziario”. “Dopo lo stallo del ventennio berlusconiano – conclude l’onorevole -, abbiamo ripreso un cammino riformatore che sta cominciando a dare i suoi frutti e che abbiamo intenzione di proseguire nella prossima legislatura: l’Italia ha bisogno di andare avanti, non certo di tornare alla stagione delle leggi ad personam, delle prescrizioni brevi o dei legittimi impedimenti”. (Com/Rai/ Dire) 18:44 18-02-18 NNNN

Leggi articolo: 17_2_18 Corriere Torino – Udienze anche di pomeriggio – Svolta nel Tribunale di Torino

ELEZIONI: ROSSOMANDO (PD), BONGIORNO RIMPIANGE LEGGI AD PERSONAM?

(9Colonne) Roma, 16 feb – “Forse la Bongiorno rimpiange le leggi ad personam?”. Lo dichiara AnnaROSSOMANDO deputata del Partito democratico e componente in Commissione Giustizia alla Camera, in risposta alle parole di Giulia Bongiorno a proposito dell’operato del ministro Orlando.”Ci aspetteremmo – continua – qualche proposta in più da parte di chi è stata nella maggioranza che tra l’altro si è distinta per prescrizione breve, leggi ad personam e goffi interventi in tema di intercettazioni volti a indebolire lo strumento di indagine piuttosto che a garantire i cittadini da pubblicazioni non inerenti ai fatti reato. Tante le cose fatte in questa legislatura con l’impegno delPd in Parlamento e del Governo con il ministro della Giustizia Andrea Orlando. Giusto per citarne alcune: introduzione di strumenti per tutelare meglio le vittime dei reati, sia con misure di protezione fin dall’inizio delle indagini sia con l’incremento dei fondi a favore delle vittime dei reati violenti, approvazione di misure per ridurre i tempi del processo, eliminazione di quegli automatismi nell’espiazione della pena, che il centrodestra aveva messo e che non favorivano in alcun modo quel percorso di recupero fondamentale per evitare la reiterazione dei reati”. “Giusto per parlare di qualcosa che ha che vedere con la sicurezza e i diritti dei cittadini”, conclude. 161609 FEB 18 

Adozioni: Rossomando (Pd),serve agenzia per le internazionali

(ANSA) – ROMA, 15 FEB – “Le Adozioni internazionali, se amministrate con la giusta attenzione e competenza, sono un bene per tutti e soprattutto possono contribuire a una cultura di comunita’, fratellanza e civismo. Dunque vale la pena pensarle e organizzarle come un bene pubblico collettivo”. Cosi’ Anna Rossomando, deputata del Pd in commissione Giustiziaalla Camera e oggi candidata al Senato, che aggiunge: “Comprendo le preoccupazioni delle famiglie adottive per il calo delle Adozioni internazionali registrato in questi anni. Con questa consapevolezza, abbiamo dedicato particolare attenzione al problema e con la legge di stabilita’ 2018 il fondo per le Adozioni internazionali e’ salito da 15 a 25 milioni di euro. Naturalmente, quello economico – sottolinea Rossomando - e’ solo uno dei nodi ed e’ da registrare positivamente il nuovo impulso impresso per la riorganizzazione della Cai, che dovra’ necessariamente rimodularsi in base alle nuove esigenze e ai nuovi scenari sul piano delle relazioni internazionali”. “Proprio le questioni sollevate da piu’ parti, e in particolare le attese, i costi alti e i percorsi spesso troppo tortuosi tra i vari settori dell’amministrazione pubblica, ci dicono che c’e’ bisogno di un’agenzia pubblica nazionale che possa gestire, anche affiancando gli enti privati autorizzati in un rapporto virtuoso tra pubblico e privato, tutto il percorso dell’adozione, in modo da fornire assistenza giuridica, sociale e psicologica prima e dopo l’adozione alle coppie che vogliano adottare un bambino proveniente dall’estero, sostenendole dunque in tutto il percorso che le portera’ a diventare genitori. Per questo – continua la deputata piemontese – avevo presentato, e mi impegno a ripresentare nella prossima legislatura, il disegno di legge che ha l’obiettivo di istituire un’agenzia pubblica per le Adozioni internazionali, sul modello di quanto fatto in Piemonte dall’Arai (Agenzia regionale per le Adozioni internazionali), un’esperienza all’avanguardia che funziona talmente bene da essere convenzionata con le Regioni Liguria, Valle d’Aosta, Lazio e Calabria”. (ANSA). FEL-COM 15-FEB-18 15:06 NNNN

Incontro con i sindacati di polizia questo pomeriggio a Torino, appuntamento organizzato dai parlamentari piemontesi Paola Bragantini, AnnaRossomando e Stefano Esposito, presenti i segretari regionale Davide Gariglio e cittadino Mimmo Carretta

MARTEDÌ 13 FEBBRAIO 2018 17.51.34

Sicurezza: Rosato, si garantisce investendo su forze polizia

ZCZC7390/SXR OTO14722_SXR_QBKT R POL S56 QBKT Sicurezza: Rosato, si garantisce investendo su forze polizia (ANSA) – TORINO, 13 FEB – “Un Paese in cui ogni commerciante ha una pistola sotto il bancone non e’ piu’ sicuro, e’ un Paese meno sicuro. Il principale strumento per garantire la sicurezza dei cittadini e’ quello di investire sulle forze di polizia”. Lo sottolinea il capogruppo del Pd alla Camera, Ettore Rosato, dopo un incontro con i sindacati di polizia questo pomeriggio a Torino, appuntamento organizzato dai parlamentari piemontesi Paola Bragantini, AnnaRossomando e Stefano Esposito, presenti i segretari regionale Davide Gariglio e cittadino Mimmo Carretta. “C’e’ chi pensa – ha detto Rosato – che avere piu’ persone armate in circolazione porti piu’ sicurezza, noi riteniamo che non sia cosi’ e abbiamo fatto scelte significative per rafforzare le forze di polizia. In questi anni abbiamo investito oltre 7 miliardi, fatto migliaia di assunzioni, sottoscritto un contratto di lavoro importante, fatto il riordino delle carriere, introdotto uno sconto fiscale di 960 euro per tutti i dipendenti delle forze di polizia. E agito – ha concluso – sul fronte del degrado urbano con il bando periferie”. (ANSA). PL 13-FEB-18 17:50 NNNN