Archivio mensile:maggio 2013

CARCERI: ROSSOMANDO (PD), LIMITARE CUSTODIA CAUTELARE

IN COMMISSIONE PROPOSTA FERRANTI, DEVE ESSERE EXTREMA RATIO (ANSA) – ROMA, 30 MAG – Ridurre l’applicazione della custodia cautelare in carcere il piu’ possibile, in modo che la detenzione senza una condanna definitiva sia l’extrema ratio e non una sorta di espiazione preventiva della pena. E’ l’obiettivo che si pone un disegno di legge a prima firma della presidente della commissione Giustizia della Camera, Donatella Ferranti, di cui e’ relatrice la deputata del Pd Anna Rossomando. Nella relazione, svolta oggi, Rossomando ha sottolineato che la proposta ”mira a limitare la discrezionalita’ del giudice sia nella valutazione del pericolo di fuga, sia in quella di reiterazione del reato: in entrambi i casi sara’ necessario verificare, oltre alla concretezza, anche l’attualita’ del pericolo. Le nuove norme confermano il carattere residuale della custodia cautelare, specificando che essa puo’ essere disposta ”soltanto quando le altre misure coercitive o interdittive (il codice dice attualmente ”ogni altra misura”)risultino inadeguate”. ”Queste norme – dichiara Rossomando – rispondono all’esigenza di trovare un punto di equilibrio tra il diritto fondamentale alla liberta’ individuale e le esigenze di giustizia a tutela della collettivita’. E’ una strada per contribuire ad attenuare il sovraffollamento delle carceri, un problema gravissimo che va tuttavia affrontato anche con altri strumenti come ad esempio le pene alternative”. (ANSA).
DEL 30-MAG-13 17:49 NNNN

FEMMINICIDIO:ROSSOMANDO (PD), IMPEDIRE CHIUSURA CENTRI ANTI-VIOLENZA

Femminicidio(ANSA) – ROMA, 28 MAG – ”La Ratifica della Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne e’ un passo importante ma non certo un punto di arrivo: si tratta di uno strumento legislativo vincolante per proteggere le donne da qualsiasi forma di violenza, ma ora e’ necessario reperire le risorse per impedire la chiusura dei centri anti-violenza esistenti, per mettere in rete i centri anti-violenza e potenziare il numero delle ‘case segrete’ e per pianificare un progetto di prevenzione, anche culturale”. Lo afferma Anna Rossomando, deputata del Pd e componente della Commissione Giustizia alla Camera. ”Gli interventi dunque devono attuarsi su piu’ fronti con una piena valutazione del fenomeno, di che cosa capita e perche’ nelle relazioni tra uomini e donne, per capire di cosa c’e’ bisogno. Anche per questo – sottolinea – oggi in commissione giustizia abbiamo deciso di avviare un’indagine conoscitiva sullo stato di attuazione delle disposizioni legislative contro la violenza alle donne gia’ esistenti; l’indagine dovra’ concludersi entro il 30 settembre 2013 parallelamente alla discussione delle proposte di legge che sono e verranno presentate in attuazione della convenzione di Istanbul”.(ANSA).
PDA 28-MAG-13 16:38 NNNN

VIOLENZA DONNE: ROSSOMANDO (PD), “Subito attuazione Convenzione Istanbul ”

news23906COMUNICATO STAMPA

“Oggi alla Camera, in Commissione Giustizia, abbiamo espresso parere favorevole alla ratifica della Convenzione di Istanbul, per prevenire e contrastare la violenza sulle donne. Si tratta di uno strumento importante e atteso da tempo, perché la Convenzione vincola giuridicamente gli stati in materia di violenza sulle donne e domestica e contiene misure per la prevenzione e per la protezione delle vittime. La discussione e il voto in Aula è previsto per la settimana prossima. Ancora più importante sarà dare attuazione ai principi e alle disposizioni contenuti nella convenzione, in alcune parti già presenti nel nostro ordinamento”.

 

Roma, martedì 21 maggio 2013

TAV: ROSSOMANDO, NESSUNA IMPUNITA’ ANCHE SU SOCIAL NETWORK

(ANSA) – TORINO, 21 MAG – ”Non e’ ammissibile che il confronto anche acceso sull’utilita’ o meno di un’opera pubblica travalichi i confini della dialettica democratica e arrivi a evocare la violenza”. Cosi’ Anna Rossomando, deputata piemontese del Partito Democratico e segretario di presidenza, commenta le minacce su Facebook rivolte al senatore dello stesso partito. ”Questo episodio – prosegue – riporta inoltre in evidenza il tema della violenza sui social network: minacce e intimidazioni che avvengono attraverso facebook sono gravi tanto quanto quelle perpetrate nella vita normale e non deve esistere impunita’ per quanti tengono comportamenti illegali comunque manifestati”. (ANSA).
BOT 21-MAG-13 17:55 NNNN

Rassegna stampa del 22_5_13 la Repubblica Torino_Ondata di solidarietà ma tra i democratici è ancora polemica

 

INTERCETTAZIONI: ROSSOMANDO PD, NON SONO CERTAMENTE UNA PRIORITA’

(AGI) – Roma, 15 mag. – “Il tema delle intercettazioni non e’ certamente una priorita’ nell’ambito delle importanti riforme che attendono i cittadini per l’efficienza della Giustizia. Gli orientamenti del Pd sono noti: riteniamo che si tratti di uno strumento investigativo fondamentale con la doverosa tutela della riservatezza delle persone”. Lo sostiene Anna Rossomando (Pd), membro della commissione Giustizia della Camera, in merito alla notizia della ripresentazione in commissione da parte del Pdl del testo sulle intercettazioni. “La riproposizione da parte del Pdl del testo gia’ proposto nella passata legislatura – osserva infine l’esponente democratica – rischia di far fare un grave passo indietro al confronto politico”. (AGI) Red/Ser 151519 MAG 13
NNNN

Rossomando su estensione assistenza sanitaria integrativa dei deputati ai conviventi dello stesso sesso

“L’albero dell’uguaglianza” Pittura, Fantasia / Visionario, Olio, Tela, 120x60x5cm, 2012

Oggi nell’Ufficio di Presidenza della Camera, rispondendo a una richiesta avanzata dal deputato Scalfarotto, abbiamo votato a maggioranza l’estensione dell’assistenza sanitaria integrativa dei deputati ai conviventi dello stesso sesso. Una decisione importante che ha eliminato una irragionevole disparità di trattamento. L’assistenza sanitaria integrativa viene erogata da un fondo del tutto autonomo alimentato tramite contribuzione volontaria dei deputati e non grava in nessun modo sui fondi della Camera, quindi il termine privilegio è del tutto inappropriato in questo caso; mentre per quanto mi riguarda i diritti che eliminano le discriminazione possano essere attuati in ogni sede. In questo caso lo si è potuto fare rispondendo a un quesito che era stato avanzato da un collega. Attuare ogni volta che è possibile un principio di non discriminazione fa fare un passo avanti a tutti. Nelle sedi legislative ci batteremo perché questo principio venga ancora ulteriormente e pienamente attuato così come abbiamo tentato di fare nella passata legislatura.

Su “Radio Anch’io”, puntata del 14 maggio

Su “Radio Anch’io”, la trasmissione di RaiRadio1 condotta da Ruggero Po. 

Replica: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-cddb6344-23e6-4ac7-87b3-2b23a6edb105-radio1.html

Agenzia: 13_5_13 Radio1_Programma di governo e giustizia

Trasmissione del 14 maggio

GOVERNO. L’INTESA RITROVATA.

Due le vicende italiane che tengono banco: la richiesta di una condanna a sei anni per Silvio Berlusconi al “processo Ruby” e la ricucitura delle tensioni all’interno del governo dopo i malumori del fine settimana sempre sui temi della giustizia.

E’ quindi del programma dei primi cento giorni di Letta, con gli impegni su riforme, fisco e lavoro, e del rapporto fra politica e giustizia che Radio Anch’Io si occupa oggi con l’on. Anna Rossomando del PD, Lara Comi, deputata del PDL, il nuovo capogruppo di Scelta Civica al Senato Gianluca Susta, il senatore Nicola Morra del Movimento 5 Stelle e l’eurodeputato leghista Matteo Salvini. Parteciperanno, inoltre, i giornalisti Giorgio Mulè, direttore di Panorama e Claudio Tito, caporedattore politico di Repubblica.