Archivio mensile:settembre 2013

Conferenza Stampa PD su abolizione ergastolo e riforma custodia cautelare. Con Rossomando, Speranza, Leva, Verini, Favi

CARCERI, PD: ABOLIRE ERGASTOLO E RIFORMARE CUSTODIA CAUTELARE

Guarda il Video

(9Colonne) Roma, 26 set – “In questo Paese si è parlato troppo spesso di riforma della giustizia per arrivare all’impunità di una sola persona. Dobbiamo procedere con coraggio e le due proposte di legge vanno nella direzione giusta”. Lo ha detto il capogruppo del Pd alla Camera Roberto Speranza, durante una conferenza stampa a Montecitorio in cui sono stati presentati due distinti progetti di legge per l’abolizione dell’ergastolo e la riforma della custodia cautelare. Di ritorno da una visita al carcere di Rebibbia la delegazione del Pd formata dal responsabile Giustizia Danilo Leva, dal responsabile Carceri del partito Sandro Favi e dai componenti della commissione Giustizia di Montecitorio, Anna Rossomando e Walter Verini, ha presentato le proposte contro il sovraffollamento. “E’ un tema che uno stato di diritto deve affrontare”, ha affermato Leva ricordando che a gennaio 2012, in Italia, il 40% dei detenuti è sottoposto a custodia cautelare, in attesa di un giudizio definitivo. “E’ un tema – ha proseguito Leva – di civiltà di un Paese, che una forza politica come la nostra non può ignorare”. Il secondo progetto di legge mira ad abolire il ricorso a una pena perpetua perché, ha sottolineato il responsabile Giustizia del Pd, “l’ergastolo è una sorta di condanna a morte pagata a rate che cancella ogni speranza, ogni prospettiva di vita”.

Entrando nel merito delle due proposte, Rossomando ha evidenziato la necessità di realizzare interventi strutturali e non emergenziali, al fine di riaffermare “in modo serio” una cultura delle garanzie di cui il Pd vuole farsi portavoce. Tra queste restringere il carcere preventivo alle fattispecie di reato più gravi. “Bisogna dare applicazione completa al concetto di carcere extrema ratio. Tra carcere e libertà piena – ha sottolineato la deputata del Pd – ci può essere un vasto ventaglio di alternative”. Secondo Verini, “il legislatore il Parlamento hanno il dovere di non essere indifferenti” ai problemi dei detenuti. “Cercheremo, compatibilmente con la situazione politica, di occuparci di queste cose non tanto per prendere voti ma per occuparci del Paese”. Secondo Favi, “la situazione è molto critica all’interno degli istituti di pena, dove si registra un aumento dei detenuti”. In questo senso, “il decreto legge approvato dal governo prima dell’estate non è stato così efficace da incidere sui numeri del sovraffollamento”. (PO / Caf)

261449 SET 13

Oggi alla Camera su pdl Omofobia, intervento in Aula

Vogliamo dare al Paese una legislazione moderna, che metta al centro il concetto di cittadinanza. Dobbiamo farci carico della risposta alle moderne forme di violenza, anche le più sofisticate; violenze anche non materiali che hanno origine nella discriminazione. Vogliamo riaffermare l’orientamento del legislatore che mette al centro la persona e le sue libertà che sono tutelate dalla Costituzione. Per questo sosteniamo l’emendamento che introdurrebbe, anche per l’omofobia, le aggravanti previste dalla legge Mancino sull’odio razziale, tenendo conto delle obiezioni che sono state mosse ma tenendo fermo ciò che è irrinunciabile.

17_9_13 Intervento in Aula – Rossomando su pdl Omofobia

Camera/ Rossomando (Pd): Parlamento va rispettato

Occupazione fisica suoi locali non è violazioene regola qualsiasi

Roma, 12 set. (TMNews) – “L`occupazione fisica di locali del Parlamento non è una violazione di una regola qualsiasi. Infatti il Parlamento è il luogo dove quotidianamente si celebra la democrazia; coloro i quali hanno a cuore la Costituzione devono difenderlo e rispettarlo”.E’ quanto dichiara la deputata del Pd Anna Rossomando, membro dell`ufficio di presidenza della Camera. “E’ anche così – aggiunge – che si rappresentano le ragioni di chi è costretto a manifestare la propria disperazione dai tetti di una fabbrica perché ha perso il lavoro”.

Pol/Bac

122000 set 13

Taglio tribunali: Rossomando (Pd),servono correttivi riforma

(ANSA) – TORINO, 11 SET – “Continuiamo a sostenere, e lo faremo presente anche domani, a Roma, nell’incontro con il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri, che la riforma della geografia giudiziaria ha bisogno di correttivi”. Lo afferma Anna Rossomando, deputata piemontese del Pd e membro della commissione Giustizia alla Camera. “In particolare – aggiunge – deve essere rivista la soppressione del Tribunale di Pinerolo, in coerenza con lo spirito della legge che punta a decongestionare i tribunali metropolitani. Un altro problema riguarda il tribunale di Ivrea per il quale, a fronte di un significativo ampliamento del bacino dell’utenza dato anche dall’assorbimento delle due sezioni distaccate del tribunale di Torino, ovvero quelle di Chivasso e Cirie’, l’incremento del personale ad oggi previsto e’ del tutto insufficiente”. “Inoltre – aggiunge la Rossomando – sarebbe necessario autorizzare anche Chivasso all’utilizzo delle strutture gia’ esistenti, cosi’ come gia’ fatto per la sezione distaccata di Cirie’, in attesa del completamento dei lavori del nuovo tribunale di Ivrea. Questi interventi – conclude la deputata del Pd – sono necessari per rendere piu’ equilibrata una riforma che riteniamo giusta nella sua finalita’, che e’ quella di assicurare una piu’ razionale organizzazione delle risorse umane e materiali e di realizzare un incremento di efficienza del sistema giustizia come servizio per i cittadini”.(ANSA).
COM-GTT 11-SET-13 18:06 NNNN

Quirco/Rossomando (PD): “Bentornato Domenico”

quirico-ciampino.jpgVoglio esprimere sollievo e soddisfazione per la liberazione del giornalista della Stampa Domenico Quirico, dopo questi cinque drammatici mesi di prigionia in Siria, e un plauso all’unità di crisi del ministero degli Esteri che in questi mesi ha lavorato, con attenzione e senza clamore, perché questo momento fosse possibile. Il dramma che ha vissuto Quirico, coraggioso testimone di uno dei conflitti più sanguinosi di questi anni, è un monito universale sulle sofferenze e il dolore insensato causato dalle guerre. Ora mi auguro che un esito altrettanto positivo si possa avere per il rapimento di padre Dall’Oglio, scomparso in Siria il 27 luglio.

Minacce a Vietti: ROSSOMANDO (PD), “Solidarietà e ferma condanna”

“Solidarietà al Vice Presidente Michele Vietti e ferma condanna del grave atto intimidatorio di cui è stato vittima con la lettera di minacce ricevuta”. Lo dice la deputata piemontese del Pd Anna Rossomando. 

Difendere le istituzioni democratiche e respingere ogni forma di violenza è l’impegno a cui dobbiamo sentirci costantemente chiamati”.

Roma, giovedì 5 settembre 2013

Taglio tribunali: Rossomando (Pd), necessari correttivi

Ministro incontri sindaci del chivassese e pinerolese (ANSA) – TORINO, 5 SET – Sono ”necessari correttivi” al riordino della geografia giudiziaria: lo sostiene Anna Rossomando, deputata del Pd augurandosi che Annamaria Cancellieri accolga la richiesta di un incontro con i sindaci del chivassese e pinerolese. ”La Ministra Anna Maria Cancellieri ha autorizzato alcune sedi, che con la riforma risulterebbero soppresse, all’utilizzo provvisorio e per un periodo limitato dei locali; cosi’ per il Piemonte ad esempio i tribunali di Alba e Pinerolo e le sezioni distaccate di Susa, Cirie’ e Moncalieri. E’ una risposta ancora insufficiente – dichiara Rossomando – che evidenzia viepiu’ come vi sia l’assoluta necessita’ di correttivi per sedi che non dovrebbero essere soppresse e di proroghe per sedi ancora necessarie in attesa che i tribunali accorpanti abbiano ultimato i lavori di ampliamento delle strutture”. ”Ho presentato – conclude la deputata – un’interrogazione alla Ministra Cancellieri per la sezione distaccata di Chivasso mentre appoggio e sostengo la richiesta dei sindaci del chivassese e del pinerolese per un incontro con la Ministra Cancellieri”. (ANSA).
BAN 05-SET-13 17:26 NNNN