Archivio mensile:maggio 2015

Giustizia: Rossomando, la riforma di Orlando funziona

(ANSA) – ROMA, 26 MAG – “I dati sulla giustizia civile presentati oggi dimostrano che l’azione messa in campo dal ministro Andrea Orlando per deflazionare le cause pendenti sta cominciando a funzionare”. Lo dice la deputata del Pd Anna Rossomando, componente la commissione Giustizia della Camera. “Meno pendenze avanti al giudice civile, soluzioni alternative al processo, con i primi positivi dati sull’arretrato sono risposte molto incoraggianti alla richiesta di tempi celeri e decisioni efficaci. Qualcosa di concreto – conclude – su cui tutti, a partire dagli operatori di giustizia, possono contare”.(ANSA). PAE 26-MAG-15 17:23 NNNN

Slide del Ministero della Giustizia

 

LPN-Corruzione, Rossomando (Pd): Da oggi più armi per combatterla

Roma, 21 mag. (LaPresse) – “Grazie all’azione del ministro della Giustizia Andrea Orlando e all’impegno del parlamento oggi arriviamo all’approvazione di un provvedimento atteso da gran tempo, che è stato sostenuto da tutta la maggioranza e ha il favore di voci autorevoli come quelle del presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, e delle associazioni che da sempre si occupano di questi temi come Libera”. Lo dice la deputata del Pd Anna Rossomando, componente la commissione Giustizia della Camera, che aggiunge: “Da oggi chi lotta contro la corruzione dispone di uno strumento in più: ripristino del reato di falso in bilancio, vergognosamente abolito dal governo Berlusconi, pene aumentate, attenuanti per chi collabora, patteggiamento possibile per il corrotto solo restituendo la tangente presa, aumento delle pene per associazione mafiosa, norme di coordinamento con l’Autorità anticorruzione”. ”Con questa legge si mette in campo, insieme alle norme sull’autoriciclaggio e ad altre in via di approvazione sul codice degli appalti e la riforma della Pa, un’azione sistematica per contrastare un fenomeno grave e complesso, che incide negativamente non solo sulla pubblica amministrazione, ma è un danno grave per la nostra economia”, conclude Rossomando. lcr 211857 Mag 2015

Corruzione: Rossomando, orgogliosi ripristino falso in bilancio

(AGI) – Roma, 20 mag. – L’aumento delle pene per i corrotti, pur “assolutamente ragionevole per dare un grande disvalore” a tale reato, “non e’ la parte piu’ importante del ddl anticorruzione, che individua una serie di azioni sistematiche per combattere questo fenomeno”. Lo ha detto la deputata del Pd Anna Rossomando, componente la commissione Giustizia della Camera, intervenendo nell’aula di Montecitorio contro la pregiudiziale di costituzionalita’ presentata dal Forza Italia. “Si tratta – ha spiegato- di un reato plurioffensivo, che rappresenta un grave danno per la liberta’ del mercato, per lo sviluppo e l’economia del Paese oltreche’ per il buon andamento della pubblica amministrazione. Noi siamo orgogliosi – ha concluso la deputata dem – di aver ripristinato il reato di falso in bilancio, dolosamente sottratto all’ordinamento da coloro che oggi si oppongono a queste norme”. (AGI) Red/Bal 201753 MAG 15
NNNN

Intervento in Aula su questione pregiudiziale (video)

2015-05-20_17_08_39_ROSSOMANDO_ANNA_72_420

 

ROMA: ORFINI, NOMINATI SEI COORDINATORI PD MUNICIPI

Roma, 18 mag. (AdnKronos) – “In vista dell’apertura del tesseramento, il Partito Democratico di Roma – come già annunciato – nominerà un coordinatore per ogni livello municipale dell’organizzazione. Ho per questo chiesto a Elisa Simoni di dedicarsi al PD del I municipio, ad Anna Rossomando del IV municipio, a Ileana Piazzoni del VII, a Federico Gelli del XII, ad Andrea Romano del XIII, a Rosa Villecco Calipari del XV. A tutti loro va il mio ringraziamento per la disponibilità dimostrata. Il loro impegno sarà prezioso per portare avanti il lavoro di ricostruzione del PD di Roma. Nei prossimi giorni comunicherò i nomi dei coordinatori dei municipi mancanti”. E’ quanto afferma in una nota Matteo Orfini, commissario del Partito Democratico di Roma. (Dan/AdnKronos) 18-MAG-15 18:55 NNNN

Giustizia: Rossomando, riorganizzazione tappa importante

(ANSA) – ROMA, 18 MAG -”Per la prima volta da quando tutti i governi dello scorso decennio hanno invocato il principio della razionalizzazione della spesa nelle amministrazioni centrali e in particolare dei ministeri, il nuovo regolamento del ministero della Giustizia rende effettiva questa indicazione senza ledere, anzi valorizzando, la professionalita’ dei dirigenti e, in generale, la qualita’ dei servizi erogati”. Lo dice la deputata del Pd Anna Rossomando riferendosi al Dpcm sulla riorganizzazione del ministero della Giustizia approvato oggi dal Consiglio dei ministri. “La nuova organizzazione del dicastero di via Arenula prosegue Rossomando – consente inoltre di attuare compiutamente riforme di grande significato come le misure alternative alla detenzione in carcere, costituendo quindi una tappa importante dell’azione di governo in tema di giustizia che non e’ fatta solo di innovazioni legislative ma dell’adozione di misure amministrative che attuino concretamente le politiche”. (ANSA). DEL 18-MAG-15 18:48 NNNN

Class Action: Rossomando (Pd), bene si’ commissione a ddl

(AGI) – Roma, 14 mag. – “Sono contenta di aver contribuito con tutto il gruppo del Pd all’approvazione nella commissione Giustizia della Camera del testo del ddl sulla class action”. Lo dice la deputata del Pd Anna Rossomando, che aggiunge: “mi pare un fatto molto positivo, perche’ quando la legge avra’ il via libera definitivo tutti i cittadini portatori di interessi diffusi potranno accedere ad azioni risarcitorie avendo a disposizione uno strumento efficace per la tutela dei loro diritti, oggi non pienamente garantiti a causa dei limiti contenuti nella normativa finora in vigore”. “Gia’ nella scorsa legislatura, come Pd avevamo sottolineato l’esigenza di intervenire su questo tema depositando un ddl, e il lavoro svolto in questi mesi dal nostro gruppo in commissione ha consentito di individuare le soluzioni migliori”, conclude. (AGI) Mao 141313 MAG 15 NNNN

Giustizia, Anna Rossomando a Leva: “Su corruzione non solo aumento pene”

“Danilo Leva riconosce che sulla giustizia sono stati fatti passi avanti, il che rappresenta un riconoscimento del ruolo del governo e valorizza il lavoro di tutti noi parlamentari nell’opera di riforma della giustizia, attesa da vent’anni. Molti provvedimenti sono stati già votati per rendere più incisivi gli strumenti a difesa della legalità, per riaffermare la cultura delle garanzie, per rendere esigibili i diritti”. La deputata del PD Anna Rossomando replica così alle affermazioni dell’ex responsabile giustizia del partito, Danilo Leva.

“Sulla corruzione vengono messi in campo interventi importanti , come il ripristino del reato di falso in bilancio e l’aggressione ai patrimoni dei corrotti, agendo quindi non solo sul versante dell’aumento delle pene”, osserva Rossomando, che prosegue: “Ovvio che avendo a disposizione più soldi sarebbe più facile mettere in campo più risorse, ma questo non può e non deve essere un alibi per non affrontare i temi dell’organizzazione e modernizzazione della ‘macchina’ della giustizia. Ovvero ciò che si è cominciato a fare con il processo telematico (è tra l’altro notizia di oggi che per il suo potenziamento il ministero ha stanziato altri 19 milioni) e misure deflattive come l’archiviazione per tenuità del fatto che abbiamo fortemente voluto essendo da sempre una proposta del Pd”.