Archivi giornalieri: 3 ottobre 2018

Vitalizi: Rossomando (Pd),si poteva elaborare testo migliore

Vitalizi: Rossomando (Pd),si poteva elaborare testo migliore ‘Spiazzati da accelerazione, va contro approfondimenti fatti’ (ANSA) – ROMA, 3 OTT – “Non abbiamo partecipato al voto perché ci aspettavamo di formulare un cosiddetto testo base frutto del lavoro che il Senato ha fatto – approfondimenti, audizioni e non ultimo il parere del Consiglio di Stato che pone questioni molto rilevanti. Invece siamo stati messi di fronte all’unica scelta se votare un testo base già preconfezionato della Camera, dopo la cui approvazione sono intervenute varie questioni che pongono ulteriori dubbi se possa reggere al vaglio della Corte Costituzionale. Abbiamo chiesto di poter fare il testo base del Senato, ma non è stato possibile”. Così la vicepresidente del Senato Anna Rossomando del Pd dopo il voto del Consiglio di presidenza sui vitalizi. “Lavoreremo molto sugli emendamenti, posto che tutti noi riteniamo che si debba intervenire su questa materia, ma che si debba farlo nel modo giusto – ha aggiunto -. Non ho dubbi che anche i colleghi del M5S, se c’é un testo che é fatto meglio e che può reggere al vaglio della Consulta e che coglie l’obiettivo di rendere più equa una disposizione sui vitalizi siano disponibili a migliorarlo. Ho la certezza che M5S voglia effettivamente avere un risultato di maggiore equità, altrimenti l’obiettivo é un altro”. “L’accelerazione ci ha spiazzato? In qualche modo sì, non va d’accordo con gli approfondimenti – ha dichiarato Rossomando -. Stiamo parlando sempre di tempi ragionevoli, la delibera della Camera va in vigore a gennaio, quindi attendere 10-15 giorni per arrivare a un testo base del Senato era fattibile”. LAL 03-OTT-18 17:21 NNN

Dems contro ddl Pillon: raccolta firme per chiedere ritiro

Dems contro ddl Pillon: raccolta firme per chiedere ritiro “Legge dà il via a una guerra tra i padri e le madri” Roma, 3 ott. (askanews) – Dems, l’associazione che fa capo ad Andrea Orlando (Pd), ha lanciato oggi su change.org una petizione perché venga ritirata la proposta di legge Pillon, “una legge che non riguarda l’affido condiviso, come vuole fare credere, ma dà il via a una guerra di padri contro le madri”. A partire dalla prossima settimana, inoltre, in tutte le città Dems promuoverà e parteciperà a iniziative di sensibilizzazione sul tema per spiegare i reali contenuti della proposta di legge. “Non si tratta solo di una battaglia politica, ma di una battaglia di civiltà che richiede l’aiuto di tutti, singoli, associazioni, partiti, movimenti, sindacati e che necessita il massimo coinvolgimento dei cittadini e delle cittadine perché stravolge il diritto di famiglia vigente nel nostro Paese, riconosciuto tra le legislazioni più avanzate in Europa, frutto delle lotte di emancipazione delle donne e pone pericolosamente in conflitto padri e madri, con drammatiche conseguenze sui figli” sottolineano le senatrici Monica Cirinnà e Anna Rossomando. Pol/Vep 20181003T144048Z

Mafia: dl Salvini; Rossomando, no a vendita beni confiscati

(ANSA) – ROMA, 3 OTT – No a “passi indietro nella lotta alla criminalità organizzata”. Lo sottolinea su facebook la vice presidente del Senato, Anna Rossomando, esprimendo “grande preoccupazione circa l’intenzione della maggioranza giallo-verde, manifestata nel contenuto del decreto sicurezza, di rendere possibile l’acquisto da parte dei privati dei beni confiscati alla mafia”. “Già oggi – spiega l’esponente Pd – è possibile ed è prevista la vendita dei beni confiscati, ma a certe precise condizioni: sono vendibili e acquisibili soltanto da enti pubblici. + inutile che si dica che si possono mettere cautele sui privati perché è evidente che, nel momento in cui sono accessibili ai privati, il prestanome è dietro l’angolo e, quindi, viene vanificato. Questo non è un dettaglio tecnico, ma di impostazione. Se ci sono dei problemi, lo Stato non solo deve intervenire per risolverli, ma deve sostenere, essere presente e dare un contributo anche con innovazioni. Noi dei problemi delle aziende in crisi confiscate alla mafia ce ne siamo fatti carico: siamo intervenuti nella scorsa legislatura e abbiamo provato, con successo, a risolvere questo problema perché il bene confiscato alla mafia non è un tema squisitamente contabile, ma ha un valore sociale, di restituzione alla comunità, di riaggregazione di una comunità attorno a un senso etico dello Stato e serve a rendere tutto ciò possibile e sostenibile. In tutto questo c’è un’idea di beni comuni come patrimonio e risorsa sociale della comunità”, conclude Rossomando.(ANSA). BOS 03-OTT-18 13:40 NNN

Ratificati trattati Italia-Emirati su estradizione

Ratificati trattati Italia-Emirati su estradizione Rossomando, tappa importante per cooperazione giudiziaria (ANSA) – ROMA, 3 OTT – “Oggi al Senato abbiamo ratificato i Trattati Italia-Emirati Arabi Uniti su estradizione e assistenza giudiziaria penale, una tappa importante del processo di rafforzamento della cooperazione giudiziaria internazionale in ambito penale che ha caratterizzato l’impegno del Ministro Orlando nell’ultima legislatura”. Lo annuncia via Facebook la vice presidente del Senato, Anna Rossomando. “Rivendicare questo lavoro svolto – prosegue Rossomando – ovviamente non è piantare una bandierina perché su questi temi vorremmo che ci fosse un affollamento di bandierine che sventolano. Nella mia dichiarazione di voto a nome del Gruppo del Pd, ovviamente favorevole, ho però voluto ricordare che anche in futuro il Parlamento, unito, deve impedire che si facciano passi indietro nella lotta alla criminalità organizzata”. (ANSA). BOS 03-OTT-18 13:33 NNN