GIUSTIZIA, ROSSOMANDO (PD),: NUOVA CUSTODIA CAUTELARE, PIÙ GARANZIE

(9Colonne) Roma, 28 nov – “Un passo significativo per affermare un principio
importante. La custodia cautelare in carcere non può essere un’espiazione
anticipata della pena, e deve essere disposta solo quando davvero non se ne
può fare a meno”. Lo dichiara Anna Rossomando, deputata del Pd e componente
della commissione Giustizia di Montecitorio, al termine dei lavori in
commissione sul ddl, di cui è relatrice, in materia di riforma sulle misure
cautelari, ora in attesa del parere delle altre commissioni. “Queste le
principali modifiche al testo vigente: il pericolo di fuga e di reiterazione
del reato deve essere non solo concreto, ma anche ‘attuale’; rafforzamento
dell’obbligo di motivazione del provvedimento cautelare da parte del giudice;
previsione della possibilità di cumulo tra misure interdittive come
alternativa reale alla privazione della libertà; allineamento alla
giurisprudenza della Corte Costituzionale – ricorda l’esponente Pd – che già è
intervenuta rimuovendo una serie di automatismi previsti per diversi reati”.
“Tutela della sicurezza della collettività e di rispetto del principio di
presunzione di non colpevolezza – conclude Rossomando – costituiscono la
cultura delle garanzie a cui vuole far riferimento il provvedimento”. (PO /
red)

281645 NOV 13

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>