Archivio tag: cittadinanza simbolica

CITTADINANZA: ROSSOMANDO (PD),IUS SANGUINIS ORMAI INADEGUATO

(ANSA) – TORINO, 17 GIU – ”Evidentemente ai Fratelli d’Italia piace il ruolo di guastatori, che loro stessi si attribuiscono annunciando propositi minacciosi quando a Torino, alla presenza della ministra Kyenge, verranno assegnate le cittadinanze onorarie agli immigrati”. Lo afferma, in una nota, la parlamentare piemontese del Pd, Anna Rossomando. ”Noi del Partito Democratico sosteniamo convintamente l’iniziativa – aggiunge – del resto analoga a quella a cui ho partecipato nei giorni scorsi al comune di Rivoli, che e’ un primo passo per aprire una discussione seria sulla revisione dell’attuale legge sulla cittadinanza, ancora legata a una concezione, come quella dello ius sanguinis, non piu’ capace di rispondere alle attuali esigenze della nostra societa”. (ANSA).
COM-GTT 17-GIU-13 16:15 NNNN

 

Domenica 23 giugno dalle ore 15 alle ore 18.30 presso la Villa della Tesoriera (Corso Francia 192) è organizzata una festa per tutti i bimbi torinesi con giochi, animazione e merenda.

Alle ore 17.30 cerimonia di consegna degli attestati di cittadinanza simbolica ai bimbi figli di genitori stranieri nati a Torino nel 2013, con il patrocinio del Comitato Italiano per l’Unicef. Alla presenza della Ministra per l’Integrazione Cécile Kyenge e del Presidente dell’Unicef Italia Giacomo Guerra.

Rossomando “CITTADINANZA ONORARIA SIMBOLICA”

rivoli cittadinanza onoraria bimbi stranieriConferire la cittadinanza onoraria ai bambini stranieri nati in Italia è un atto simbolico di grande importanza, è un invito all’inclusione sociale, è un riconoscimento del valore e della ricchezza della multiculturalità. L’iniziativa del Comune di Rivoli, opportunamente inserita nelle celebrazioni del 2 giugno, ci fa riflettere sulla portata del concetto costituzionale di “cittadinanza” ancorato a valori come il lavoro, i diritti di libertà, i saperi, la dignità delle persone. Dalla partecipazione a questi valori scaturiscono dei doveri nei confronti della cittadinanza nella quale si vive.

Il conferimento della cittadinanza onoraria non comporta il riconoscimento dei pieni diritti che spettano ai cittadini italiani, ma è un primo passo per aprire una discussione seria sulla revisione dell’attuale legge sulla cittadinanza, ancora legata a una concezione, come quella dello ius sanguinis, non più capace di rispondere alle attuali esigenze della nostra società.

Locandina Cittadinanza Onoraria 2 giugno Rivoli